Epidemiologia&Prevenzione

Risultati della ricerca per autore

Opzioni di ricerca  Termini recenti
×
Opzioni di ricerca:
Scrivi prima il nome poi il cognome e prova anche con l'opzione 'Cerca frase esatta'
Cerca solo tra questi:
×

  1. Cesare Cislaghi


70 risultati per Cesare Cislaghi


L'epidemia nascosta

cesare cislaghi, Maria Teresa Giraudo, Manuele Falcone
Oggi 11 novembre finalmente sappiamo cosa ne è stato dell'epidemia da Covid tra il 4 ed il 10 scorsi. Eravamo fermi ai dati che ci erano stati "concessi" sino al 3 novembre ed eravamo confidenti che l'epidemia stesse continuando a decrescere come nelle ultime settimane come si può vedere in questo grafico appunto fermo al 3 novembre:  Peraltro in questi ultimi sette giorni avevamo avuto qualche dubbio che potesse invece non andare come previsto perché avevamo sentito…

Il treno d'onda dei contagi Covid

cesare cislaghi, Maria Teresa Giraudo, Manuele Falcone
Eravamo abituati ad osservare l'andamento di alcune malattie infettive, come ad esempio quello delle influenze stagionali, che si presentava come una "poussée" che, iniziata talvolta in sordina, poi esplodeva, raggiungeva il massimo dei casi e poi talvolta lentamente, altre velocemente, si esauriva. Per l'epidemia da Covid non è stato sinora così, e pensiamo non lo sarà ancora per molto! L'andamento è a continue ondate, talune importanti, talaltre minori, ma qu…

Perché questo silenzio sulla crescita dei contagi?

cesare cislaghi, Maria Teresa Giraudo, Manuele Falcone
Se usiamo come indicatore per definire la crescita dei contagi il totale delle diagnosi di positività registrate negli ultimi sette giorni, allora la crescita è iniziata il 13 settembre. Se invece preferiamo considerare l'indice RDt, che calcola il rapporto tra i contagi dell'ultima settimana e quelli della settimana precedente, allora la crescita è iniziata il 17 settembre con l'RDt = 1,02. Era ormai dal 10 luglio che i contagi diminuivano, prima rapidamente…

Tuttora i positivi al Covid-19 corrono un rischio di morte quadruplicato rispetto ai negativi

cesare cislaghi, Carlo Zocchetti
Lo studio che qui presentiamo mostra che nei primi 5 mesi di quest’anno il rischio di morte di chi ha contratto l’infezione è 4 volte quello delle persone non contagiate da COVID. Per valutare quanto l'epidemia abbia aumentato il rischio di morire, si è considerata la popolazione italiana divisa tra contagiati e non contagiati calcolando  per ogni età e genere quanti fossero i decessi degli uni e quanti degli altri. Il rapporto tra i tassi della popolazione …

Le speranze e le delusioni del Covid d’agosto

cesare cislaghi, Maria Teresa Giraudo, Manuele Falcone
Sembrava un’estate che finalmente sarebbe riuscita a sconfigge il virus. Da metà luglio, ogni giorno, registravamo con entusiasmo una decrescita dei contagi che ci faceva sperare che dopo Ferragosto sarebbero scesi stabilmente sotto la soglia dei 10.000 casi e ci avrebbero portati a un settembre con solo poche centinaia di contagi. Calcolando le medie mobili (la media dei casi del giorno più quelli dei tre giorni precedenti e dei tre seguenti), risulta molto evidente la con…

Le montagne russe del virus

cesare cislaghi, Maria Teresa Giraudo, Manuele Falcone
Evidentemente il virus si diverte ad andare su e giù come al lunapark sulle montagne russe! Ma forse siamo proprio noi che lo invitiamo a giocare così. Questa volta i virologi non ci hanno anticipato annunciando una nuova variante come sempre ancora più contagiosa della precedente, quindi ciò che succede è merito – o meglio è colpa – di tutti noi! Il primo di giugno, quando ormai si sperava che la pandemia si stesse esaurendo, all'improvviso…

Facciamo i conti sull'epidemia da Covid dal 24 febbraio 2020 all'8 agosto 2022

cesare cislaghi, Maria Teresa Giraudo, Manuele Falcone
Sai ched'è la statistica? È na' cosache serve pe fà un conto in generalede la gente che nasce, che sta male,che more, che va in carcere e che spósa.Ma pè me la statistica curiosaè dove c'entra la percentuale,pè via che, lì, la media è sempre egualepuro co' la persona bisognosa Me spiego: da li conti che se fannoseconno le statistiche d'adessorisurta che te tocca un pollo all'anno:e, se nun entra nelle spese tue,t'entra ne la stat…

L’inganno del cosiddetto "tasso di positività"

cesare cislaghi, Maria Teresa Giraudo, Manuele Falcone
Ogni giorno su molte testate giornalistiche viene proposto il valore di un indicatore che viene chiamato "tasso di positività" e che è calcolato come percentuale dei test con tampone che hanno dato esito positivo. Un’obiezione potrebbe subito essere fatta all’uso improprio del termine tasso. In termini tecnici, si definisce tasso il rapporto avente come numeratore il numero di eventi registrati in una popolazione statistica e come denominatore il numero totale di elemen…

Mangiare l'anguria fa aumentare il rischio di decesso?

cesare cislaghi, Carlo Zocchetti
Nella settimana da lunedì 11 a domenica 17 luglio 2022 sono stati notificati dal Ministero della Salute / Protezione Civile 819 decessi di soggetti positivi al virus SARS-CoV-2: che significa? Che i contagiati Covid rischiano di morire più dei non contagiati o che comunque sono morti solo i soggetti che "dovevano già morire"? Se ad esempio dicessimo che nella stessa settimana sono morti 819 soggetti che avevano mangiato una buona fetta di anguria, potremmo dire che mangiare …

Contagiarsi di Covid fa meno paura. Questioni di lessico?

cesare cislaghi, Maria Teresa Giraudo, Manuele Falcone
Da diverse settimane si sta assistendo a un progressivo mutamento del lessico riguardante la pandemia da Covid che, volutamente o no, tende a renderne meno preoccupante la percezione. È di ieri l’affermazione del sottosegretario Sileri che questa non è un’ondata, ma solo una oscillazione del virus, di settimane fa l'affermazione di Bassetti «Virologi basta, è un’influenza» o di Pregliasco «Malattia grave? No, ora i sintomi sono lievi»…

Perché i contagi Covid vanno a ondate?

cesare cislaghi, Maria Teresa Giraudo, Manuele Falcone
Quando da bambino ho visto per la prima volta il mare oltre alla sua vastità mi hanno subito emozionato le onde che chiamavamo "cavalloni" e che ci piaceva cavalcare; avevano qualcosa di misterioso, come se fosse proprio Nettuno a regalarcele per farci divertire. Il mistero è cresciuto quando mi hanno parlato di onde radio, di onde sonore e adesso pure di onde gravitazionali, che a dire il vero non ci ho capito ancora molto! Ma adesso le onde si sono impadronite anche dell'epidemia…

Covid: chi corre di più? ricoveri o contagi?

cesare cislaghi, Maria Teresa Giraudo, Manuele Falcone
In questi giorni ne hanno dette di tutto: chi ha detto che l'infezione da SARS-CoV-2 era ormai solo una banale influenza senza conseguenze serie e invece chi ha detto che sono cresciute le polmoniti che necessitano di ventilazione assistita. Insomma, la malattia da Covid sta diventando banale o ricomincia a essere preoccupante? Tralasciamo l'analisi di casi clinici singoli che siamo impossibilitati a fare e purtroppo non abbiamo neppure le schede SDO dei positivi ricoverati per capire con quali …

Aumento dei rischi di contagio o aumento della contagiosità?

cesare cislaghi
A inizio giugno, proprio in contemporanea con la festa della Repubblica, in Italia hanno ricominciato a salire le frequenze dei casi di positività al SARS-CoV-2 diagnosticati e registrati e adesso, a fine mese, la loro frequenza ha raggiunto valori preoccupanti anche se, fortunatamente, sono diminuiti – ma non eliminati – i rischi di aggravamento e di decesso. I casi da inizio a fine giugno, calcolati come medie settimanali, si sono quadruplicati, da poco più di 15.000…

Il Morbillo e il Covid: due storie, alcune similitudini

cesare cislaghi
Ho fatto il Morbillo negli anni '50, ne ho pochi ricordi tranne il giocattolo che mi era stato regalato e il piacere di esser stato a casa per dieci giorni da scuola ... della febbre, dei pruriti o di altri fastidi non mi ricordo più anche se ovviamente ci saranno stati. Settant'anni fa tutte le mamme consideravano il Morbillo come qualcosa che doveva capitare e che non preoccupava, altre erano le malattie che preoccupavano le mamme e in primo luogo la poliomielite. I medici che diagnosti…

La variabilità regionale dello sviluppo dell'epidemia da Covid-19

cesare cislaghi, Maria Teresa Giraudo, Manuele Falcone
Nei primi giorni dell'epidemia l'incidenza di contagiati era molto differente da Regione a Regione. Nei primi cinque giorni di febbraio 2020 i contagi sono stati diagnosticati solo in Lombardia, Valle d'Aosta, Emilia Romagna e Veneto e solo poche unità altrove. E anche nei due mesi successivi, come si vede nel grafico, molte Regioni sono state coinvolte dall'epidemia solo marginalmente.   Da maggio 2020 in poi invece l'epidemia ha iniziato ad allargarsi ad altre aree e qui di segu…

Sovramortalità e mortalità Covid 2020-2022

cesare cislaghi, Maria Teresa Giraudo, Manuele Falcone
Si è molto dibattuto sulla reale causa dei decessi della popolazione positiva al test Covid e si è proposto di distinguere tra morti "per" e morti "con" Covid. Non si entra qui nel merito della discussione pur ritenendo che, soprattutto nelle fasi tragiche dell'epidemia, la correttezza della compilazione della scheda di morte non può essere stata elevata soprattutto per i deceduti all'esterno degli ospedali. Diversa opinione si avrebbe invece per delle analisi che fossero es…

Covid: prime settimane del 2021 e del 2022

Manuele Falcone, Maria Teresa Giraudo, cesare cislaghi
La memoria dei fatti del passato è spesso molto breve e talvolta modifichiamo il ricordo per rendere il presente più accettabile. Nella mente di molti di noi l'epidemia dei primi mesi del 2021 è ricordata come molto più grave di quella che vediamo oggi da Capodanno in poi, ma non è così. Può essere che la forte riduzione dei casi che si è vista dall'inizio dell'anno faccia ridimensionare le frequenze di questi ultimi giorni che non sono ass…

La mamma lo diceva sempre di non uscire troppo presto dopo esser sfebbrati! Ma ancora una volta non l’abbiamo ascoltata!

cesare cislaghi
Diverse settimane fa mi è capitato di volermi dare una regolata ai capelli e di essere andato dal mio solito barbiere, ma la serranda era abbassata e non era di lunedì. Sono tornato dopo tre giorni ed era sempre chiuso. Ho pensato che anche lui fosse stato contagiato dal SARS-CoV-2, ma non era così! Aveva preso solo una "banale" influenza e appena sfebbrato, per non perdere i clienti, si era subito recato al negozio e, ahimè, l'influenza è diventata broncopolmo…

Non è nascondendo i dati che si risolve la pandemia

cesare cislaghi
Qual è stata la "grande pensata" di alcuni noti infettivologi ed epidemiologi per risolvere i problemi della pandemia? Quella di eliminare la pubblicazione serale dei dati e tutt’al più di sostituirla con un report sintetico settimanale. L'11 gennaio Donato Greco, Matteo Bassetti e Pier Luigi Lopalco ne hanno parlato o scritto e si dice che anche il CTS sia dello stesso parere e che il Governo ci stia pensando. Possiamo pensar male e possiamo pensar bene: vogliamo pensar b…

E' una grave pandemia oppure ora è una semplice influenza?

cesare cislaghi
I termini delle riflessioni di questi ultimi giorni sull'impatto del Covid-19 può essere riassunto nella frase a titolo di questo post: è ancora una grave pandemia o si avvia a diventare una semplice influenza? Il mantra in circolazione è che tutto ciò che sta succedendo lo si debba attribuire alla variante Omicron che, si dice, è molto più contagiosa ma anche meno virulenta. E allora ci si deve chiedere se ciò sia provato e documentato. Di sicuro…

Le età dei contagi cambiano nel tempo?

Manuele Falcone, Maria Teresa Giraudo, cesare cislaghi
Aggiornamento al 6 gennaio 2022 Non è nota a tutti la frequenza di contagi nella popolazione per classi di età e soprattutto come queste frequenze si sono modificate durante i mesi dell'epidemia; per illustrare le differenze si sono scelte alcune date caratteristiche corrispondenti ai giorni di massima e di minima incidenza qui di seguito indicati: Questi i dati del totale dei due generi per classi decennali di età ricavati dai file rilasciati in internet da Epicentro/ISS…

Non è ancora Omicron ... ma i contagi crescono!

cesare cislaghi
Della variante Omicron sappiamo ancora poco; ci sono stime su casistiche non ancora consolidate e probabilmente, come fu per la variante delta, la realtà apparirà almeno un po' diversa dalle previsioni. Per altro è "darwinianamente" ipotizzabile che le varianti che diventeranno più frequenti siano le più contagiose e le meno virulente. Se Infatti due agenti infettivi hanno diversa capacità di espansione è logico che dopo un certo periodo quello ch…

Accelerazioni e decelerazioni dell'epidemia nel 2020 e nel 2021

cesare cislaghi
Il confronto tra i dati dell'epidemia di quest'anno (2021) e dell'anno scorso (2020) è una operazione che incontra difficoltà metodologiche e interpretative. Ciò che infatti è cambiato non sono solo le frequenze degli eventi accaduti ma anche quella dei soggetti suscettibili ad essere protagonisti degli eventi stessi. Le differenze tra le frequenze assolute nelle settimane dal 24 febbraio al 18 novembre del 2020 e del 2021 mostrano questi andamenti: e i rapporti tr…

Le giornate dell'agenda del virus

La redazione di MADE, cesare cislaghi, Maria Teresa Giraudo, Manuele Falcone
Le date riguardanti il rapporto tra l'uomo e il virus che vengono registrate non sono tante: il contagio (se si riesce a ipotizzarlo), l'inizio dei sintomi, la diagnosi mediante tampone, il ricovero in ospedale e semmai il ricovero in terapia intensiva, la diagnosi di negatività ovvero purtroppo la data del decesso. Perché misurare la distanza tra eventi? L'interesse a conoscere le giornate che intercorrono tra questi eventi è duplice: da una parte l’utilità nel…

Salute, probabilità e COVID-19

La redazione di MADE, cesare cislaghi, Maria Teresa Giraudo, Manuele Falcone
Il conflitto culturale tra determinismo e probabilismo si è oggi enfatizzato ragionando di salute anche per colpa della pandemia di COVID-19. Istintivamente, spesso noi ragioniamo sulla nostra salute come se ci fosse una relazione meccanicistica tra causa ed effetto: se beviamo del veleno moriamo, se prendiamo le medicine guariamo... ma non è così! Quando pensiamo che un effetto sia la necessaria conseguenza di una causa è perché pensiamo che non ci siano possi…

Più che ERRORI quelli sul Covid sono ORRORI

cesare cislaghi
Ci si è più volte permessi di evidenziare alcuni errori nella comunicazione dei dati riguardanti l'andamento dell'epidemia da Covid-19, e ciò nonostante si continuano ad ascoltare le stesse cose tanto che da errori sembra spesso siano diventati veramente degli orrori. Quando gli amici mi chiedono di scegliere il ristorante per uscire a cena, preferisco la cucina che mi garantisca materie ottime e che sappia cucinarle con eccellente semplicità, mentre solitamente evito…

La negatività del tasso di positività

cesare cislaghi
Ogni sera i telegiornali danno oltre al numero di nuovi contagi e dei deceduti anche quello che chiamano "tasso di positività" che calcolano come percentuale dei test con tampone che hanno dato esito positivo. Implicitamente interpretano questo "tasso di positività" come una misura della intensità della diffusione dei contagi. La prima critica, molto marginale, è sull'uso del termine "tasso" che è un uso improprio: si dovrebbe usare tasso solo come misura della…

L'estate dei contagi secondo l'età e il sesso

La redazione di MADE, cesare cislaghi, Maria Teresa Giraudo, Manuele Falcone
Versione aggiornata 22.09.2021 Questa è una nuova versione del post già precedentemente pubblicato e che, grazie a un gentile e attento lettore, abbiamo verificato contenere alcuni dati non corretti seppure il significato non sia ora sostanzialmente cambiato. Ogni segnalazione futura dei lettori sarà sempre attentamente e benevolmente accolta. Chissà se è il virus che preferisce scegliere chi contagiare secondo l'età e il sesso o sono le persone che si d…

Signora immunità, dolce chimera sei tu ...

La redazione di MADE, Maria Teresa Giraudo, Manuele Falcone, cesare cislaghi
L'hanno chiamata "herd immunity"  che tradotto fa immunità di gregge e così si capisce che il concetto nasce in ambito prevalentemente veterinario anche se, guardando i comportamenti durante questa epidemia di COVID-19, non sarebbe del tutto inappropriato definirci tutti dei pecoroni! In effetti tendiamo spesso a fare gregge e, come altre specie animali, non amiamo rimanere isolati. E questa epidemia, come molte altre, si diffonde principalmente con contagi diretti da persona …

L'epidemia è in fase di stanca? Allora approfittiamone!

La redazione di MADE, Manuele Falcone, Maria Teresa Giraudo, cesare cislaghi
Quando finalmente la piena di un fiume non cresce più si dice che è arrivata la "stanca", cioè il fiume si è stancato di salire ancor di più. Nella fase di stanca il fiume non è però ancora rientrato nel suo alveo normale, ma più di così, per fortuna, di ulteriori danni non ne fa anche se continua a sommergere velme e barene. Sono nato sulla sponda del Ticino e ricordo le giornate in cui si era preoccupati della piena che spess…

Miopia nella lotta al virus

La redazione di MADE, cesare cislaghi, Maria Teresa Giraudo, Manuele Falcone
Negli ultimi tempi, ma forse anche prima, nella lotta al virus c'è stata un po' di miopia nella scelta e nell'uso degli indicatori che permettessero di elaborare un quadro utile dello sviluppo epidemico. La miopia, che viene come sopra definita in Internet, è l'incapacità di vedere con nitidezza ciò che ci sta lontano nello spazio e, per analogia, anche nel tempo. E questo può essere un difetto non di poco conto quando si scelgono degli indicatori di monitor…

La sindrome dei 6 riacciuffato

cesare cislaghi
Sarà capitato forse anche a voi di avere a scuola continue insufficienze in una materia e per questo vi siete dati da fare con lo studio per riuscire a mettervi alla pari e così, finalmente, avete riacciuffato la sufficienza. Tanta è stata la soddisfazione del risultato raggiunto e tanta la fatica per raggiungerlo che vi siete poi concessi una pausa nello studio e così ... di nuovo un bel quattro in pagella! Con la lotta all'epidemia da Covid-19 sembra si sia insta…

Chi entra o chi è dentro?

cesare cislaghi
Le immagini delle corsie durante l'epidemia della Spagnola sono veramente terrificanti e per fortuna non si sono così ripresentate durante l'epidemia da Covid-19 anche se l'ospedalizzazione ha creato situazioni preoccupanti: il 4 aprile 2020 infatti si sono raggiunti i 33.004 ricoverati per Covid-19, il 23 novembre furono 38.507 e il 3 aprile 2021, esattamente un anno dopo l'uguale frequenza del primo picco, 33.080 ricoverati. Queste sono le prevalenze massime raggiunte durante il corso d…

“El COVID el ghé pü” ... “ma de bon?”

cesare cislaghi
«Errare humanum est, perseverare diabolicum»; e, se all’inizio dell’estate scorsa ci fu chi disse che il virus non c’era praticamente più, molti si chiesero: «Ma davvero?». E se lo dissero in molti modi, anche nel mio dialetto, che è quello della campagna milanese, che dei guai del virus ne aveva visti molti prima di altri. Queste furono le dichiarazioni dell’“archiatra” Zangrillo riportate il 31 maggio 2020 da alcuni g…
Attualità - 30/06/2021

Come sta la sanità? Il blog di cesare cislaghi

cesare cislaghi
Dibattere dei problemi del Servizio sanitario nazionale nato dalla legge 833 è il primo modo per difendere questa eccellenza del nostro Paese. Eppure, di sanità si sta parlando molto poco in ambito pubblico. E le voci che provengono dagli ambienti sanitari sono spesso contradditorie. Invece, sarebbe bene che le tante questioni che riguardano la sanità emergessero e se ne discutesse pubblicamente. È così che inizia la presentazione del blog saniTAC ospitato sul …

Dare i dati? sì, ma non "dando i numeri"!

cesare cislaghi
La decrescita è evidente, ma non leggiamola male Non ne posso proprio più di chi usa i dati, magari anche se in buona fede, arrivando a conclusioni sconclusionate!  Che i casi positivi siano diminuiti in modo consistente e ancora stiano diminuendo, che diminuiscano i decessi, che diminuiscano i ricoveri in ospedale ed anche nelle terapie intensive: tutto ciò e vero e ormai quasi "scontato". Ma voler andar oltre per dire che tutto sta finendo prima che sia realmente vero…

Servono dati tempestivi anche dopo la pandemia

Un futuro per MADE - Monitoraggio e Analisi di Dati Epidemiologici

cesare cislaghi
Tante volte anche noi abbiamo criticato o ci siamo lamentati dei dati che il Ministero della Salute, attraverso la Protezione Civile, pubblica tutte le sere in Internet. Ma forse non abbiamo abbastanza riflettuto sul fatto che è la prima volta che capita di avere un’immagine basata sui dati della situazione sanitaria, seppur limitata e settoriale, a poche ore dagli avvenimenti. Il ritardo nella pubblicazione di tutti i dati riguardanti la popolazione, sia demografici sia sanitari si…

Cosa è cambiato rispetto a un anno fa?

cesare cislaghi
È passato più di un anno dall’inizio della pandemia da COVID-19 e in questi giorni, allora, avevamo l’impressione che tutto stesse finendo; sappiamo, invece, come è andata. La stessa impressione l’abbiamo oggi e allora può essere utile confrontare due periodi uguali a un anno di distanza, cioè i giorni dal 15 aprile al 15 maggio del 2020 e del 2021. ROMA 15 APRILE 15 MAGGIO Temperature Temperature Minima Massima Minima Massima 2020 6…

Quali confusioni sugli indicatori ... riflettiamo!

cesare cislaghi
L'Rt è da abolire o da modificare? Sembra quasi oggi che si sia trovato il colpevole delle troppe restrizioni: è l'Rt, l'indice di contagiosità adottato dall'Istituto Superiore di Sanità, calcolato da Stefano Merler della Fondazione Kessler di Trento, secondo la metodica proposta in letteratura da Cori et al. nel 2013 (Cori et al., 2013, American Journal of Epidemiology, 178,9, p. 1505 -1512). Questioni relative all'algoritmo di calcolo L'impressione però &egr…

L’Rt è in ritardo? E se sì, perché?

cesare cislaghi
È capitato spesso di confrontare l’indice RDt disponibile in MADE con l’indice Rt rilasciato dall’Istituto Superiore di Sanità (ed elaborato dalla fondazione Bruno Kessler di Trento) e di accorgerci che questo riproduceva valori molto simili ma diversi giorni dopo. Le metodiche che usano i due indici sono diverse ma poi nella sostanza dei risultati non così tanto (si veda al riguardo il nostro articolo su E&P - Rt or RDt, that is the question!). Ci&ogra…

Le riaperture, un rischio “ragionato” … ragioniamone

cesare cislaghi
Il 26 aprile è la data scelta dal governo per “riaprire” le Regioni che torneranno per lo più ad essere in “giallo”. Il Governo ha annunciato la misura dicendo di essere consapevole del rischio, ma si tratterebbe di un “rischio ragionato”. Le motivazioni che hanno maggiormente portato a prendere questa decisione sono quelle di ordine economico e forse ancor più quelle di ordino sociale. Il Governo, e non solo il Governo, è preoccupa…

L’ospedalizzazione dei positivi al Covid-19

cesare cislaghi
I dati dell’epidemia che solitamente più si analizzano sono quelli dell’incidenza dei contagi, della prevalenza delle terapie intensive e dei decessi mentre poco vengono utilizzati i dati della prevalenza globale dei ricoveri. È opportuno subito evidenziare che purtroppo non si dispone dell’incidenza di ricovero, cioè del numero dei nuovi ricoverati, bensì della sola prevalenza e quindi non si può stimare quanti siano in ammissione e quanti in…

Che cosa facilita gli affari del Covid-19?

cesare cislaghi
Il Covid-19 è un brutto personaggio che ne sta facendo ahimè di tutti i colori ma lui da solo non riuscirebbe a far praticamente nulla se non venisse aiutato “in affari”. Su come sia possibile contagiarsi, ormai si da per scontato che il virus viene trasmesso principalmente tramite droplet e aerosol da una persona infetta quando starnutisce, tossisce, parla o respira e si trova in prossimità di altre persone Può essere che ci sia anche la possibi…

Ahimè non è un pesce d’aprile

cesare cislaghi
I Picos de Europa sono una stupenda catena montuosa nel nord della Spagna e formano un parco nazionale sfiorato dal camino de Santiago nella rotta Giacobea Lebaniega. In Italia c’è anche il Picco dei tre Signori di 3.499 metri di altezza nelle Alpi Tauri occidentali. Sono tutti picchi bellissimi e speriamo di poter andare a vederli ancora presto perché di voglia di montagna ne abbiamo quasi tutti molta. Però in questi giorni non si parlava di questo quando si diceva …

Evviva … si può far reato anche con i dati!

cesare cislaghi
C’era una volta … un mondo che fu in cui la vita dei dati era tutt’altro che fiorente; i dati nascevano, crescevano, morivano ma nessuno se ne accorgeva … erano i reietti delle statistiche. Se poi li si inventava si era dei benemeriti perchè davano lustro e non evidenziavano le magagne dei sistemi informativi. Ricordo ancora quando negli anni settanta un laureando mi chiese di fare una tesi di laurea sulla mortalità post-neonatale dei gemelli. Usammo i pri…

Che stanno combinando le varianti?

cesare cislaghi
Se da qualche settimana si leggono i giornali o si guardano i talk televisivi non è più il vecchio Covid-19, che da mesi conosciamo, ma sono le sue varianti a far paura e ad essere le responsabili di tutto ciò che sta capitando. C’è la terza ondata? Non sono le scelte troppo ottimiste di apertura delle Regioni ad inizio febbraio, la colpa è delle varianti. Aumentano in decessi? Non è che la letalità la si deve misurare in relazione ai positi…

Incidenze e RDt: distanza, velocità, accelerazione

cesare cislaghi
Nei giorni scorso l’RDt si è attestato attorno al valore di 1,3 e l’impressione che potrebbe aver indotto alcuni a pensare che l’epidemia fosse stazionaria, cioè che non migliorava ma neppure peggiorava dato che l’indice di riproduzione diagnostica era costante. Avevo introdotto una analogia tra i dati dell’epidemia e il percorso di un veicolo: la somma cumulativa delle frequenze dei contagi diagnosticati con un test positivo al Colvid-19 la paragonav…

Coerenza tra i dati dei contagiati e dei ricoverati

cesare cislaghi
Uno dei problemi avanzati spesso nella lettura dei dati pubblicati dalla Protezione Civile per l’epidemia è la loro coerenza interna,  e se innanzitutto sia costante il rapporto tra sintomatici e asintomatici e se la frequenza di positivi dipenda principalmente oi no dal numero di test effettuati. È allora interessante vedere se vi è coerenza nell’andamento dei dati relativi ai contagi e dei dati relativi ai ricoveri ospedalieri.Esaminando gli andamenti dell…
Interventi - 04/12/2020

Rt or RDt, that is the question!

Rt or RDt, that is the question!
Maria Teresa Giraudo, Manuele Falcone, Ennio Cadum, Silvia Deandrea, Salvatore Scondotto, Andrea Mattaliano, Carlo Di Pietrantonj, Lucia Bisceglia, Piergiorgio Duca, cesare cislaghi