Epidemiologia&Prevenzione

E&P — Editorials

Editorials - 17/05/2024
Editorials - 17/05/2024

Priorità e strumenti per valutare l’efficacia degli interventi del SSN: il punto sul dibattito in corso

Priorities and tools to evaluate the effectiveness of Italian National Health Service interventions: spotlight on the current debate
Lucia Bisceglia, Carla Ancona, Luigi Bisanti, Silvia Candela, Elisabetta Listorti, Francesca Mataloni, Lorenzo Richiardi, Giuseppe Traversa, Maria Luisa Clementi, Francesco Forastiere
Con questa breve nota facciamo il punto sullo scambio di idee che l’Associazione Italiana di Epidemiologia ha avviato dopo l’editoriale1 della direzione di Epidemiologia&Prevenzione circa il contributo che l’epidemiologia può offrire a supporto dell’efficacia del Servizio Sanitario Nazionale, attraverso le 4 domande che qui riproponiamo: Quali sono le domande di ricerca prioritarie che l’epidemiologia italiana dovrebbe affrontare? Quali sono le potenzial...
Editorials - 17/05/2024
Editorials - 17/05/2024

Riflessioni quasi random sul SSN

Considerations on the Italian NHS
Giovannino Ciccone
L’Associazione Italiana di Epidemiologia ha proposto alla comunità degli epidemiologi italiani alcuni quesiti sulle modalità con le quali misurare le conseguenze per la salute che potrebbero derivare dal progressivo indebolimento del SSN. Interrogarsi sui metodi di valutazione e sulle conseguenze di salute a livello di popolazione che possono essere causate da un peggioramento della qualità dell’assistenza del SSN è certamente di grande importanza e gli ep...
Editorials - 17/05/2024
Editorials - 17/05/2024

L’importanza del dettaglio nella valutazione dei programmi di screening

The importance of the details in the evaluation of screening programmes
Silvia Candela
In questo numero di Epidemiologia&Prevenzione sono pubblicati diversi contributi sugli screening organizzati. Un articolo originale di Russo et al.1 analizza i fattori connessi con le differenze di accesso agli screening organizzati del carcinoma del colon retto e della mammella in Lombardia, mentre l’articolo di Girardi et al.,2 sullo stesso tema, ma limitato geograficamente alla provincia di Pavia, prende in considerazione anche lo screening del carcinoma della cervice uterina e valu...
Editorials - 14/03/2024
Editorials - 14/03/2024

L’importanza del dettaglio nell’epidemiologia dei tumori

The importance of details in cancer epidemiology
Direzione scientifica di Epidemiologia&Prevenzione
In questo numero di E&P, pubblichiamo il contributo di Ivan Rashid e colleghi,1 che delinea una dettagliata “Panoramica dei numeri del cancro in Italia”. Negli ultimi anni, a seguito del venir meno della piena operatività della Banca Dati AIRTUM e in attesa della sua ricostituzione nell’ambito del Registro Tumori Nazionale, la comunicazione sui dati dei tumori in Italia è stata veicolata attraverso la pubblicazione I numeri del cancro, che ogni anno fornisce s...
Editorials - 14/03/2024
Editorials - 14/03/2024

Contrastare la crisi del SSN: chiediamo la vostra collaborazione

Associazione italiana di epidemiologia, Epidemiololgia & Prevenzione
Di fronte alla crisi del SSN, la Direzione di E&P sostiene la necessità che le strutture di epidemiologia pianifichino in modo coordinato ricerche per il monitoraggio e la raccolta tempestivi di dati per la documentazione degli effetti della crisi sulla salute dei cittadini.Qui invitiamo i lettori e le lettrici della rivista a passare dalle parole ai fatti. A tutti chiediamo di inviare proposte e contributi sui 4 temi elencati in fondo a questa pagina sulla base dei quali avviare una ...
Editorials - 14/03/2024
Editorials - 14/03/2024

Come si misura il peso della crisi del SSN sulla salute dei cittadini italiani?

How do we measure the weight of the NHS crisis on the health of Italian citizens?
Direzione scientifica di Epidemiologia&Prevenzione
La crisi del Servizio Sanitario Nazionale (SSN), ben riassunta dalla metafora della “rana bollita” di Nerina Dirindin,1 e le possibili implicazioni per la salute della popolazione sono di estremo interesse per E&P. Nel corso dell’ultimo anno, la rivista ha pubblicato diversi contributi sulla crisi del SSN italiano e alcuni tra questi hanno esplicitamente richiamato il ruolo dell’epidemiologia per la lettura dei bisogni, il monitoraggio degli effetti dei cambiamenti in...
Editorials - 21/02/2024
Editorials - 21/02/2024

Esposizione ambientale e occupazionale: utilità di un’analisi integrata dei determinanti di salute

Environmental and occupational exposure: usefulness of an integrated analysis of health determinants
Sara Maio, Claudio Gariazzo, Stefania Massari, Alessandro Marinaccio, Giovanni Viegi, Isabella Annesi-Maesano
L’inquinamento atmosferico e l’esposizione a inquinanti in ambiente di lavoro sono strettamente correlati a esiti negativi sulla salute della popolazione. Secondo lo studio Global Burden of Disease (GBD), l’inquinamento atmosferico ambientale e domestico è al 4° posto tra i 20 principali fattori di rischio per mortalità; l’esposizione occupazionale raggiunge il 12° posto nei maschi e il 16° posto nelle femmine.1 Si stima che l’inquinam...
Editorials - 18/01/2024
Editorials - 18/01/2024

Inquinamento atmosferico: gli studi epidemiologici, le linee guida e la politica

Air pollution: epidemiological studies, guidelines and decision making
Francesco Forastiere
I risultati degli studi epidemiologici condotti in numerosi Paesi europei, compresa l’Italia, potrebbero avere un impatto significativo sulle decisioni politiche comunitarie riguardanti l’ambiente. L’importanza degli studi non è diretta, ma mediata dalle linee guida sull’inquinamento atmosferico dell’Organizzazione mondiale della sanità (WHO AQG, 2021). Nel 2021, tali linee guida hanno esaminato tutti gli studi disponibili e hanno identificato i livell...
Editorials - 15/10/2023
Editorials - 15/10/2023

Cambiamenti climatici ed emergenza sanitaria: sintesi delle evidenze e prospettive

Climate change and health emergency: a summary of evidence and perspectives
Paola Michelozzi
La crisi climatica è in atto 1    A livello globale l’estate 2023 è stata la più calda di sempre, i livelli di ghiaccio marino i più bassi di sempre e, per il quarto mese consecutivo, la temperatura globale della superficie oceanica ha raggiunto livelli record.1 I dati confermano lo straordinario e rapido ritmo di riscaldamento del pianeta a causa dei gas serra prodotti dall’attività umana, che trattengono il calore nell’atmosfera.2 ...
Editorials - 09/10/2023
Editorials - 09/10/2023

I progetti “Ambiente e Salute” finanziati dal Piano degli investimenti complementari al PNRR: un’occasione da non perdere

“Environment and Health” research projects funded by the PNRR Complementary Investment Plan: an opportunity not to be missed
Carla Ancona, Lucia Bisceglia, Andrea Ranzi
Piano nazionale per gli investimenti complementariNel mese di luglio 2021, l’Italia ha ratificato il Piano nazionale per gli investimenti complementari (PNC)1 concepito per integrare con risorse nazionali le iniziative previste dal Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR): una cifra pari a 2,89 miliardi di euro è stata destinata a iniziative che integrano la Missione 6 Salute, di cui la stragrande maggioranza (2,38 miliardi) è stata assegnata al Ministero della salu...
Editorials - 20/06/2023
Editorials - 20/06/2023

Nuove raccomandazioni europee: tempi nuovi per lo screening mammografico

New European Recommendations: new times for breast cancer screening
Silvia Deandrea
Lo scenario europeo Nel dicembre 2022, il Consiglio dell’Unione europea ha aggiornato le Raccomandazioni sugli screening oncologici1 a più di 20 anni di distanza dalle prime, che risalivano all’ormai lontano 2003.2 Il nuovo testo amplia da tre a sei il numero di siti tumorali per cui è appropriato implementare, o introdurre con progetti pilota, i programmi organizzati (si aggiungono, infatti, polmone, prostata e stomaco nelle aree ad alta incidenza) e aggiorna le indica...
Editorials - 13/06/2023
Editorials - 13/06/2023

Fermare la guerra: le ragioni di chi lavora per la salute

Stopping the war: the reasons of health professionals
Associazione italiana di epidemiologia, Epidemiololgia & Prevenzione
La guerra difensiva  Dal 1945, con l’approvazione della Carta delle Nazioni Unite, la comunità internazionale condanna come non etiche le guerre di aggressione. La Carta non ha rinnovato la dottrina della guerra giusta e ha di fatto abolito il diritto degli stati di dichiarare guerra, ammettendo come unica eccezione la guerra difensiva. Da intendere, tuttavia, come reazione temporanea di contenimento dell’aggressione (Capitolo VII, Art. 51), fino al momento dell’ado...
Editorials - 18/04/2023
Editorials - 18/04/2023

A proposito dello (pseudo)riordino dell’Aifa

About the (pseudo)reorganisation of the Italian Medicines Agency
Giuseppe Traversa
Quando si è stati parte di un’istituzione, e a un certo punto le vicende interne prendono una piega che non si condivide, è difficile parlarne in maniera distaccata. Mi riferisco all’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), nella quale ho lavorato negli scorsi quasi tre anni. A dicembre del 2022 è stato deciso, con l’approvazione di un emendamento al cosiddetto Decreto-legge “Nato e regione Calabria” (vedi Box), successivamente convertito in legge e...
Editorials - 18/04/2023
Editorials - 18/04/2023

The Italian Association of Epidemiology (AIE): how we started it and my hopes for its future

Associazione italiana di epidemiologia (AIE): come l’abbiamo costituita e le mie speranze per il futuro dell’associazione
Rodolfo Saracci
This article is dedicated to the memory of Piero Morosini and Luigi Dardanoni, and is based on a keynote lecture at the “AIE-Youth section” meeting in Milan, November 22nd, 2022  The Italian Association of Epidemiology (Associazione Italiana di Epidemiologia, AIE)1 was established in the mid-1970s, a time when epidemiology in the Western world had undergone a substantial shift in research contents, emphasis having moved from communicable diseases to the raising waves of non-comm...
Editorials - 10/01/2023
Editorials - 10/01/2023

La minaccia nucleare: un ambito di intervento per la sanità pubblica

The nuclear threat: an area of intervention for public health
Pirous Fateh-Moghadam
La guerra in corso da 10 mesi in Ucraina, scatenata dall’invasione russa avvenuta il 24 febbraio 2022, sta provocando una strage di vite umane e danni incalcolabili all’ambiente. Per molti aspetti questa guerra non si distingue qualitativamente da altre del recente passato, mentre uno degli aspetti inediti è rappresentato dalle esplicite minacce di uso dell’arma nucleare da parte russa. La reazione degli Stati Uniti e della NATO per ora sembra abbastanza misurata; tuttav...
Editorials - 10/01/2023
Editorials - 10/01/2023

Le guerre, il rischio atomico, Epidemiologia&Prevenzione

Wars, atomic risk, our journal Epidemiologia&Prevenzione
Andrea Micheli
È una grande responsabilità trovarsi nella comunità di Epidemiologia&Prevenzione (E&P) in questi frangenti storici. Si tratta ancora una volta di recuperare la proposta editoriale originaria della rivista, culturalmente ricca e feconda, per promuovere e veicolare una scienza e una medicina per il bene comune, non separate dalla storia, dai conflitti, dalle disuguaglianze, lontana dal peso e dalle contraddizioni del potere, e con una visione partecipata della costruzi...
Editorials - 17/10/2022
Editorials - 17/10/2022

Francesco Forastiere riceve il prestigioso John Goldsmith Award 2022

Redazione di Epidemiologia&Prevenzione
Epidemiologia&Prevenzione e l’Associazione italiana di epidemiologia sono molto orgogliose di comunicare che Francesco Forastiere, direttore scientifico di E&P, è stato insignito del prestigioso premio John Goldsmith 2022, per aver contribuito, nel corso della sua carriera, in modo sostanziale e innovativo allo sviluppo e ai metodi dell’epidemiologia ambientale. Nel corso degli anni, presso il Dipartimento di epidemiologia del Servizio sanitario regionale del Lazio, Fo...
Editorials - 15/09/2022
Editorials - 15/09/2022

Assistenza ospedaliera e assistenza territoriale in oncologia dopo il COVID-19

Hospital and primary care setting collaboration: a new model of care in oncology after COVID-19 pandemic
Alessandro Comandone
L’epidemia di COVID-19 ha accelerato un fenomeno già in corso negli ultimi 20 anni nella sanità dei Paesi a più alto sviluppo economico e sociale: il continuo incremento del numero di cittadini che hanno avuto (o hanno) una patologia oncologica e che di conseguenza si devono sottoporre a cure e controlli per lungo tempo, determinando una pressione sempre più forte sulle strutture, sul personale e sui costi sanitari. Le dimensioni del problema, troppo spesso dime...
Editorials - 24/06/2022
Editorials - 24/06/2022

Il riordino dell’assistenza ospedaliera in Italia al tempo del Piano nazionale di ripresa e resilienza

Reorganizing hospital healthcare in Italy at the time of the Recovery Plan
Claudio Maria Maffei
Introduzione Nell’ultimo anno c’è stato un grande dibattito sul riordino dei servizi territoriali legato all’approvazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR). Contemporaneamente, è stato avviato e da pochi giorni completato un percorso di definizione di un atto sui “Modelli e standard per lo sviluppo della assistenza territoriale nel Servizio sanitario nazionale”,1 gergalmente definito DM 71, espressione mutuata dal Decreto ministeriale ...
Editorials - 24/06/2022
Editorials - 24/06/2022

La metafora della rana bollita: schizziamo fuori dalla pentola prima che sia troppo tardi

The boiled frog principle: Let’s jump out of the pot before it is too late
Nerina Dirindin
Una nota sulla sanità pubblica del post-pandemia non può limitarsi a descrivere i pur importanti progetti volti a promuovere la ripresa e la resilienza. Deve domandarsi se gli interventi in via di definizione saranno veramente in grado di contrastare il lento declino che da molti anni sta cambiando il volto del nostro Servizio sanitario nazionale (SSN).La pandemia ha colpito l’Italia nel momento di massima debolezza del SSN. La drammatica e lunga emergenza è stata affr...