Epidemiologia&Prevenzione

Risultati della ricerca per autore

Opzioni di ricerca  Termini recenti
×
Opzioni di ricerca:
Scrivi prima il nome poi il cognome e prova anche con l'opzione 'Cerca frase esatta'
Cerca solo tra questi:
×

  1. Fabrizio Bianchi


30 risultati per Fabrizio Bianchi


Editoriali - 26/06/2020

Covid-19 and air pollution: communicating the results of geographic correlation studies

Covid-19 e inquinamento atmosferico: comunicare i risultati di studi di correlazione geografica
Liliana Cori, fabrizio bianchi
The Covid-19 pandemic has conveyed a great deal of interest in epidemiology, which has received unprecedented attention within the scientific community, as well as from the media and from decision makers. Some of the many scientific articles regarding the SARS-CoV-2 outbreak published or released in pre-print mode examined the relationship between air pollution and Covid-19 cases or deaths. They received ample media coverage, attracted public attention, and raised a debate that will presumably c…
Attualità - 08/07/2019

I medici sentinella per l’ambiente come strumento locale per far fronte ai problemi ambientali globali: considerazioni e proposte

Sentinel physicians for the environment and their role in connecting up global concerns due to climate change with local actions: thoughts and proposals
Paolo Lauriola, Alice Serafini, Maria Grazia Santamaria, Samantha Pegoraro, Francesco Romizi, Agostino Di Ciaula, Bartolomeo Terzano, Francesco De Tommasi, Vincenzo Cordiano, Stefano Guicciardi, Mauro Bernardi, Giovanni Leonardi, Roberto Romizi, Emanuele Vinci, fabrizio bianchi
L’ambiente è un determinante fondamentale dello stato di salute della popolazione, responsabile di 12,6 milioni di decessi all’anno: 1 morto ogni 4 a livello globale, secondo le stime dell’Organizzazione mondiale della sanità.1 Un recente rapporto di The Lancet ha collocato gli effetti dell’inquinamento atmosferico al 6° posto tra i principali fattori di rischio per la salute e la situazione è in peggioramento in tutte le aree del mondo indagate.2…
Attualità - 08/07/2019

Stato attuale e prospettive della valutazione di impatto sulla salute in Italia

State of the art and perspectives on HIA in Italy
fabrizio bianchi, Valentina Cavanna
Introduzione La Valutazione di Impatto sulla Salute (VIS) è un procedimento che consente di predire gli impatti sulla salute di progetti, piani e programmi, nonché di informare il decisore politico sugli elementi che possono avere conseguenze sulla salute allo scopo di mitigare gli effetti negativi e di massimizzare i vantaggi.1 Si tratta di uno strumento ancora in via di sviluppo sia in ambito internazionale sia in ambito nazionale, le cui origini possono essere fatte risalire all…
Interventi - 11/04/2018

Un network di progetti LIFE per promuovere il trasferimento e lo scambio di conoscenze su ambiente e salute

A network of LIFE projects to promote the transfer and exchange of knowledge on environment and health
Liliana Cori, Annalaura Carducci, Gabriele Donzelli, Cinzia La Rocca, fabrizio bianchi, KTE LIFE EnvHealth Network Working Group
L’inquinamento ambientale e le disuguaglianze sociali ed economiche sono i principali determinanti non individuali di salute per la popolazione dell’Unione europea. L’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) stima che il 23% dei decessi globali e il 26% delle morti nei bambini sotto i cinque anni siano causati da fattori ambientali modificabili o prevenibili riducendo l’inquinamento tramite nuove tecnologie, campagne informative e servizi per i cittadini.1Per mig…
Attualità - 02/02/2018

Indicazioni emerse dalla VIS a Viggiano e Grumento Nova (PZ)

Recommendations from a Health Impact Assessment in Viggiano and Grumento Nova (Southern Italy)
Nunzia Linzalone, fabrizio bianchi, Marco Cervino, Liliana Cori, Gianluigi De Gennaro, Cristina Mangia, Elisa Bustaffa, Gruppo di lavoro
La VIS prende in considerazione determinanti diretti e indiretti della salute umana a breve e lungo termine (sviluppo sostenibile), identifica aree geografiche o sottogruppi della popolazione svantaggiati (equità), utilizza approcci adeguati per stime complesse (uso etico delle evidenze) e definisce strategie di partecipazione degli stakeholder (democrazia).1In Italia, l’assenza di una normativa specifica ha reso limitata ed eterogenea l’applicazione pratica della VIS. Ma le n…

Studio di coorte residenziale su mortalità e ricoveri nei Comuni di Viggiano e Grumento Nova nell’ambito della VIS in Val d’Agri, Basilicata

Residential cohort study on mortality and hospitalization in Viggiano and Grumento Nova municipalities in the framework of HIA in Val d’Agri (Basilicata Region, Southern Italy)
Fabrizio Minichilli, fabrizio bianchi, Carla Ancona, Marco Cervino, Gianluigi De Gennaro, Cristina Mangia, Michele Santoro, Elisa Bustaffa, Gruppo di lavoro
[…] * Gruppo di lavoro Istituto di fisiologia clinica del CNR (IFC-CNR) e Fondazione toscana Gabriele Monasterio (CNR-Regione Toscana)*: fabrizio bianchi (responsabile scientifico), Elisa Bustaffa (coordinamento), Alessio Coi, Liliana Cori, Nunzia Linzalone, Sonia Marrucci*, Fabrizio Minichilli, Simonetta Monti*, Rosanna Panini, Ivana Pavlickova*, Renato Prediletto*, Michele Santoro; Istituto di scien […]
Lettere - 11/12/2017

Studi epidemiologici e valutazioni preventive di impatto in aree contaminate

Epidemiological studies and preventive impact assessments in contaminated areas
fabrizio bianchi
Molti dei punti toccati da Savitz,1 ripresi su questa rivista da Corrado Magnani2 ed Emilio Gianicolo,3 sollecitano riflessioni su temi che, sebbene non nuovi agli epidemiologi ambientali italiani, non sono stati ancora affrontati in modo sistematico e pongono, quindi, la domanda su quanto sia utile e urgente aprire un dibattito specifico.L’introdurre il tema degli studi epidemiologici, con le loro incertezza, in connessione con gli interventi di bonifica, mi pare un passaggio interessante…
Attualità - 11/04/2017

Linee guida VIS: il Rapporto ISTISAN 17/4 dimentica l’epidemiologia

HIA guidelines: the Report of the Italian National Institute for Health forgets epidemiology
fabrizio bianchi, Carla Ancona, Ennio Cadum
Nelle linee guida per la Valutazione di impatto sulla salute, recentemente pubblicate nel Rapporto ISTISAN 17/4 dell’Istituto superiore di sanità,1 le autrici ripropongono la centralità della valutazione del rischio (risk assessment) da un punto di vista meramente tossicologico senza considerare, neanche in caso di emissioni di sostanze per le quali sono disponibili robuste informazioni in merito ai rischi per la salute, l’uso della linea valutativa basata sull’ap…
Lettere - 21/11/2014

Ancora sull’arsenico: puntualizzazioni dagli autori del Progetto SEpiAs

Arsenic in drinking water: some considerations of the authors of the SEpiAs Project
Elisa Bustaffa, Fabrizio Minichilli, fabrizio bianchi
In un intervento1 apparso sullo scorso numero di Epidemiologia&Prevenzione, Giovanni Leonardi evidenzia due limiti dello studio SEpiAS2 con argomentazioni che non riteniamo attinenti allo stato delle cose.Secondo Leonardi, avremmo basato la valutazione del rischio su una rassegna incompleta delle conoscenze disponibili. In realtà il nostro studio di biomonitoraggio umano non è basato su valutazioni di rischio derivate o mutuate dalla rassegna bibliografica, offerta al lettore a…
Attualità - 13/03/2014

Terra dei fuochi: conoscenze e interventi

fabrizio bianchi
Un Decreto per due L'ampio territorio tra le province di Napoli e Caserta denominato 'Terra dei fuochi' e l’area di Taranto e Statte, sono due luoghi molto diversi tra loro per dimensione e caratteristiche, ma accomunati dalla presenza di elevati rischi ambientali e sanitari e da una situazione drammatica sul versante economico e sociale. Queste due aree del Paese sono da tempo al centro dell’attenzione sia dell’opinione pubblica, sia di Governo e di Parlamento, che stanno mett…
Editoriali - 26/11/2013

Valutazioni di impatto sanitario, sorveglianza epidemiologica e studi di intervento nelle aree a rischio

Health Impact Assessment, surveillance and intervention studies in contaminated areas
fabrizio bianchi, Francesco Forastiere, Benedetto Terracini
Alla fine di agosto 2013 è stato approvato un provvedimento congiunto dei Ministeri di salute e ambiente che stabilisce i criteri metodologici utili per la redazione del rapporto di valutazione del danno sanitario (VDS). In presenza di uno «stabilimento [ritenuto - n.d.r.] di interesse strategico nazionale» tale documento dovrà essere predisposto annualmente dagli Enti interessati (ASL, ARPA). Il rapporto di valutazione deve informare dello stato di salute connesso a ri…

Utilizzo delle schede di dimissione ospedaliera, dei certificati di nascita e del registro delle malformazioni congenite a scopi epidemiologici e di sanità pubblica: esperienza in Emilia-Romagna

Using Hospital Discharge Records, Birth Certificates and a Birth Defects Registry for epidemiological and public health purposes: experience in Emilia-Romagna Region (Northern Italy)
Gianni Astolfi, fabrizio bianchi, Camilla Lupi, Nicola Napoli, Amanda Neville, Eleonora Verdini, Adriano Verzola, Elisa Calzolari
Rubriche - 04/06/2013

Passato, presente e futuro della VIS

Past, present and future of HIA
fabrizio bianchi
[…] tezza. Il libro è diviso in due parti, la prima dedicata al metodo, la seconda a esperienze svolte in 20 Paesi, tra cui l’Italia (il paragrafo dedicato al nostro Paese è a cura di fabrizio bianchi e Liliana Cori). Di particolare interesse è la discussione sulla predizione degli effetti, sui diversi tipi di evidenza scientifica, inclusa quella basata su metodi qualitativi […]
Lettere - 15/04/2013

Facciamo chiarezza sulla salute in Campania

fabrizio bianchi
A proposito dello studio sulla salute del personale statunitense di stanza in Campania, richiesto alla fine del 2007 dal Comandante della Marina militare per la Regione Europa, Africa, Sud Est Asiatico (CNREURFSWA), reso pubblico nel 2011 e recentemente tornato alla ribalta su un diffuso settimanale italiano, invito a leggere l’intervento che allora avevo scritto per Scienzainrete.Prima ancora di commentare i risultati, avevo sottolineato tre elementi principali a proposito dello studio, che c…
Lettere - 09/08/2012

La valutazione del danno sanitario in Puglia

fabrizio bianchi
Considerazioni e qualche suggerimento sulla Legge riguardante la Valutazione del Danno Sanitario (VDS) approvata recentemente dalla Regione Puglia. Lo scorso 20 luglio il Consiglio regionale della Regione Puglia ha approvato la legge “Norme a tutela della salute, dell’ambiente e del territorio sulle emissioni industriali inquinanti per le aree pugliesi già dichiarate a elevato rischio ambientale” (LR 21/2012 Pubblicata, con dichiarazione di urgenza, nel Bollettino U…
Attualità - 07/03/2012

Ancora sul rischio cancerogeno per chi ha prestato servizio militare nei Balcani

fabrizio bianchi
Caro Direttore, le principali critiche esplicitate con chiarezza e forza da Benedetto Terracini nei confronti dell’intervento del Dr. Peragallo (inaffidabili stime di rischio derivate da campioni di rappresentatività incerta; diagnosi di cancro raccolte attraverso non meglio specificate segnalazioni anziché ricerca attiva), e dell’editoriale di Roberta Pirastu (confrontabilità con altri studi e conclusioni che “I risultati preliminari non supportano l&rsquo…
Editoriali - 26/11/2011

VIS, valutazione di impatto sulla salute: una procedura multidisciplinare a supporto delle decisioni in sanità pubblica

HIA, health impact assessment: a multidisciplinary procedure to support decision making in public health
fabrizio bianchi, Paolo Lauriola
[…] della 5a Conferenza ministeriale su ambiente e salute, rappresentano uno stimolante punto di partenza.1 Conflitti di interesse dichiarati: Paolo Lauriola dichiara di non avere conflitti di interesse. fabrizio bianchi è stato responsabile dell’Azione 1 della linea progettuale 6 “Definizione di linee guida per la VIS” del progetto Moniter – Regione Emilia Romagna, per […]
Attualità - 20/10/2009

Crisi dei rifiuti in Campania: riflessioni su etica ed epidemiologia

Waste management in Campania Region: thinking about ethics and epidemiology
fabrizio bianchi
Con la pubblicazione su una rivista internazionale peer-reviewed dell’articolo Cancer mortality and congenital anomalies in a region of Italy with intense environmental pressure due to waste1 potrebbe ritenersi conclusa la lunga serie di interventi ospitati da E&P2-6 centrati sullo studio effettuato in Campania da un gruppo di ricercatori dell’OMS, ISS, CNR, OER e ARPA Campania su incarico ricevuto nel 2004 dal Dipartimento della Protezione civile. Personalmente non ritengo che s…