Da oltre due anni, il mondo intero sta affrontando la più grave crisi sanitaria dell’epoca moderna. L’Italia è stato uno tra i primi Paesi a essere investito dalla pandemia di SARS-COV-2, con effetti sulla salute della popolazione residente senza precedenti nella storia recente. La speranza di vita, in crescita costante da molti anni, ha subito un brusco decremento nel 2020.
L’impatto del COVID-19 si è rivelato anche socialmente iniquo, poiché ha esposto le fasce più vulnerabili e svantaggiate di popolazione a una maggiore probabilità di contagio, a causa delle condizioni occupazionali o abitative, e a esiti peggiori della malattia, a causa della maggiore prevalenza di patologie croniche e di fattori di rischio preesistenti, come l’obesità. La mortalità, aumentata in tutte le fasce sociali, ha tuttavia subito un incremento significativo tra le donne meno istruite di età compresa tra 35 e 74 anni, soprattutto durante la prima ondata pandemica. 
Anche la riduzione dell’offerta e della domanda di assistenza sanitaria per le cure diverse da quelle per il COVID-19 ha penalizzato maggiormente la popolazione più svantaggiata, per la saturazione delle capacità di risposta dei sistemi sanitari pubblici e privati in corrispondenza delle ondate epidemiche, i quali hanno dovuto ridurre o sospendere l’offerta diagnostico-terapeutica, soprattutto a causa di carenza di personale – assente per motivi di malattia – e per la percezione, reale o fittizia, che le strutture sanitarie fossero potenziali fonti di contagio.
Il COVID-19 ha agito sulle disuguaglianze di salute anche in maniera indiretta, attraverso i gravi effetti sull’economia. Infatti, la sospensione delle attività economiche, prolungata e ripetuta, ha colpito tutti i settori produttivi a livello internazionale e nazionale, ma soprattutto ha penalizzato i redditi dei lavoratori autonomi e di quelli precari e, in generale, delle persone meno istruite. 
Gli immigrati, a causa del maggiore svantaggio socioeconomico, costituiscono un sottogruppo di popolazione particolarmente vulnerabile, poiché vivono maggiormente nelle aree urbane, di gran lunga le più colpite dalla pandemia, con più frequenza in condizioni di sovraffollamento abitativo, e sono spesso impegnati in attività occupazionali in cui l’esposizione al virus risulta più elevata. 
L’Osservatorio Epidemiologico per l’Equità nella Salute (OENES) dell’Istituto Nazionale per la promozione della salute delle popolazioni Migranti e il contrasto delle malattie della Povertà (INMP) si è attivato tempestivamente rilevando la necessità di raccogliere dati validi dal punto di vista scientifico sulla diffusione dell’infezione di COVID-19 tra gli immigrati presenti in Italia fin dalla cosiddetta prima ondata pandemica. Pertanto, ha promosso il progetto “Epidemiologia dell’infezione di SARS-CoV-2 (COVID-19) e uso dei servizi sanitari nella popolazione immigrata e in fasce di popolazione vulnerabili in Italia”, reso possibile grazie alla collaborazione delle regioni Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia-Romagna, Toscana, Lazio e Sicilia. Attraverso un ampio set di indicatori, sono stati monitorati i principali aspetti relativi all’impatto della pandemia: accesso al test diagnostico, infezione, ricovero ospedaliero e mortalità. 
Il presente volume raccoglie una serie di articoli in cui vengono presentati i risultati del progetto, con approfondimenti sui vari aspetti dell’impatto della pandemia sulla popolazione immigrata, ponendo particolare attenzione alle diverse fasi della pandemia, caratterizzate dalla comparsa delle varianti che si sono succedute e dall’introduzione dei vaccini, nonché alle aree di provenienza degli immigrati.
Il volume è introdotto da un editoriale curato dall’INMP, che sintetizza le principali evidenze internazionali sul tema e descrive sinteticamente i principali risultati raggiunti dal progetto, che confermano la maggiore vulnerabilità degli immigrati al COVID-19, già osservata a livello internazionale, con tassi di ospedalizzazione più elevati e maggiore mortalità. Inoltre, sono presenti due importanti contributi dell’Istituto nazionale di statistica, che descrivono, rispettivamente, il quadro demografico della popolazione immigrata in Italia e gli effetti della pandemia nelle disuguaglianze socioeconomiche nella mortalità.

Concetta Mirisola
Direttore Generale Istituto Nazionale
per la promozione della salute delle popolazioni Migranti 
e il contrasto delle malattie della Povertà (INMP)

Indice

Scientific Articles

p. 7
L’impatto del COVID-19 nella popolazione immigrata in Italia. Contesto, metodologia e sintesi delle principali evidenze dal progetto INMP-Regioni
The impact of COVID-19 on the immigrant population in Italy. Context, methodology and synthesis of the main evidence from the project of the National Institute for Health, Migration and Poverty (INMP) and Italian Regions
Alessio Petrelli, Anteo Di Napoli
p. 15
L’influenza della pandemia di COVID-19 sui flussi migratori verso l’Italia e sui percorsi di integrazione degli immigrati
The influence of COVID-19 pandemic on migratory flows towards Italy and on integration paths of immigrants
Sabrina Prati, Cinzia Conti
p. 25
Gli effetti della pandemia di COVID-19 sulle disuguaglianze nella mortalità totale per Paese di nascita
Effects of the COVID-19 pandemic on the inequalities in total mortality by country of birth
Enrico Grande, Gianfranco Alicandro, Marco Battaglini, Gianni Corsetti, Luisa Frova, Sabrina Prati
p. 33
Access to SARS-CoV-2 diagnostic tests: are there barriers for the immigrants in Italy?
Accesso ai test diagnostici per SARS-CoV-2: esistono barriere per gli immigrati in Italia?
Jorge Luis Díaz González, Raffaella Rusciani, Teresa Spadea, Olivia Leoni, Francesco Bortolan, Laura Cacciani, Alessandra Barca, Nicola Gennaro, Eliana Ferroni, Caterina Silvestri, Francesco Profili, Letizia Bartolini, Nicola Caranci, Martina Ventura, Anteo Di Napoli, Fulvio Ricceri
p. 41
L’epidemia di SARS-CoV-2 nella popolazione italiana e straniera: differenze di incidenza che emergono da uno studio multicentrico interregionale
SARS-CoV-2 epidemic among Italians e resident immigrant population: differential incidence from an interregional multicentre study
Giovanni Maifredi, Michele Magoni, Michele Ercolanoni, Marco Lazzeretti, Nicola Gennaro, Eliana Ferroni, Caterina Silvestri, Francesco Profili, Teresa Spadea, Raffaella Rusciani, Letizia Bartolini, Nicola Caranci, Laura Cacciani, Enrico Calandrini, Martina Ventura, Alessio Petrelli, Achille Cernigliaro, Alessandra Vincenza Allotta, Olivia Leoni, Francesco Bortolan, Gruppo di lavoro INMP Covid19 e immigrati
p. 49
Un confronto tra italiani e stranieri residenti nell’assistenza ospedaliera per COVID-19 in cinque Regioni italiane da inizio pandemia a giugno 2021
Hospital assistance for COVID-19: a comparison between non-Italian and Italian resident population in five Italian Regions since the beginning of the pandemic until June 2021
Laura Cacciani, Enrico Calandrini, Silvia Cascini, Teresa Spadea, Raffaella Rusciani, Michele Ercolanoni, Giovanni Maifredi, Eliana Ferroni, Letizia Bartolini, Nicola Caranci, Caterina Silvestri, Francesco Profili, Achille Cernigliaro, Alessio Petrelli, Anteo Di Napoli, Marina Davoli, Nera Agabiti, Gruppo di lavoro INMP Covid19 e immigrati
p. 59
Mortalità per COVID-19 nella popolazione immigrata in sette Regioni italiane da inizio pandemia a metà luglio 2021
Mortality and impact of COVID-19 by citizenship in seven Italian Regions from the beginning of the pandemic to mid-July 2021
Chiara Di Girolamo, Letizia Bartolini, Alessandra Vincenza Allotta, Laura Cacciani, Achille Cernigliaro, Anteo Di Napoli, Nicola Gennaro, Olivia Leoni, Giovanni Maifredi, Raffaella Rusciani, Francesco Profili, Teresa Spadea, Francesco Vairo, Manuel Zorzi, Martina Ventura, Nicola Caranci, Gruppo di lavoro INMP Covid19 e immigrati
p. 71
L’impatto della pandemia di COVID-19 nella popolazione italiana e straniera residente nelle diverse fasi: i risultati di un progetto multicentrico inter-regionale
The impact of the COVID-19 pandemic on the Italian and foreign population in the various phases: the results of an interregional multicentre project
Francesco Profili, Cristina Stasi, Caterina Silvestri, Eliana Ferroni, Manuel Zorzi, Martina Ventura, Alessio Petrelli, Teresa Spadea, Raffaella Rusciani, Letizia Bartolini, Nicola Caranci, Laura Cacciani, Enrico Calandrini, Giovanni Maifredi, Olivia Leoni, Fabio Voller, Gruppo di lavoro INMP Covid19 e immigrati
p. 81
Impatto del COVID-19 nella popolazione immigrata in Veneto, per area geografica di provenienza
Impact of COVID-19 on the immigrant population in the Veneto Region (Northern Italy), by geographical area of origin
Eliana Ferroni, Nicola Gennaro, Claudio Barbiellini Amidei, Francesco Avossa, Giovanni Maifredi, Teresa Spadea, Laura Cacciani, Caterina Silvestri, Letizia Bartolini, Alessio Petrelli, Anteo Di Napoli, Manuel Zorzi, Gruppo di lavoro INMP Covid19 e immigrati

 Parole chiave:

 Keywords:

       Visite