Abstract

Epidemiological data should support policy makers in their decisions. Misjudgments in data interpretation can justify the preservation of the existing situation and the lack of decision about health and environment safeguard. In the SENTIERI study on Italian polluted sites, women mortality results significantly lower than the regional mean in 11 sites in 44. The authors of this paper think that these data depend on the different impact of pollution on the population of a site, as witnessed by the cases of Brindisi and Manfredonia (Southern Italy). It is now necessary to conduct studies at suburban level integrating mortality data with other available health data.

 Keywords: , ,

Riassunto

I dati epidemiologici dovrebbero servire ad aiutare i governanti a indirizzare le loro scelte politiche. Accade che un’erronea interpretazione dei dati finisca per giustificare la conservazione dello status quo ante e la mancata assunzione di decisioni a tutela della salute e dell’ambiente. Nello studio SENITERI sulla mortalità nei siti inquinati in Italia, in 11 casi su 44 la mortalità delle donne è significativamente inferiore alla media regionale. A giudizio degli autori di questo intervento, è possibile che non tutta la popolazione delle città esaminate subisca il medesimo impatto da parte del sito inquinato. Si ricordano a titolo di esempio le situazioni di Brindisi e Manfredonia. È necessario, quindi, condurre studi subcomunali e utilizzare non soltanto i dati di mortalità, ma anche gli altri dati sanitari disponibili.

 Parole chiave: , ,

 04/06/2013      Visite