Abstract

OBJECTIVES: to study the cumulative incidence, the demographics and health conditions of the population tested for COVID-19, and to map the evolving distribution of individual cases in the population of the Friuli Venezia Giulia Region (North-Eastern Italy).
DESIGN:
population-based observational study based on a record linkage procedure of databases included in the electronic health information system of the Friuli Venezia Giulia Region.
SETTING AND PARTICIPANTS:
the study group consisted of individuals who resided in the Friuli Venezia Giulia Region and who underwent COVID-19 testing from 01.03 to 24.04.2020. The study group was identified from the laboratory database, which contains all the microbiological testing performed in regional facilities. Tested people were categorized into positive or negative cases, based on test results.
MAIN OUTCOME MEASURES:
probability of being tested for and cumulative incidence of COVID-19.
RESULTS:
the cumulative probability of being tested for COVID-19 was 278/10,000 inhabitants, while the cumulative incidence was 22 cases/10,000. Out of 33,853 tested people, 2,744 (8.1%) turned out to be positive for COVID-19. Women were tested more often than men (337 vs 216/10,000), and they showed a higher incidence of infection than men (25 and 19 infected cases/10,000 residents, respectively). Both cumulative incidence and cumulative probability of being tested were higher in the elderly population. About 25% of infected people was hosted in retirement homes and 9% was represented by healthcare workers. Thirty seven percent of positive cases had hypertension, 15% cardiologic diseases, while diabetes and cancer characterized 11.7% and 10% of the infected population, respectively. The geographic distribution of positive cases showed a faster spread of the infection in the city of Trieste, an urban area with the highest regional population density.
CONCLUSIONS:
the COVID-19 pandemic did not hit the Friuli Venezia Giulia Region as hard as other Northern Italian Regions. In the early phase, as documented in this study, the COVID-19 pandemic particularly affected women and elderly people, especially those living in retirement homes in Trieste.

 Keywords: , , , ,

Riassunto

OBIETTIVO: descrivere l’incidenza cumulativa di infezione, i dati demografici e le condizioni di salute della popolazione testata per COVID-19 in Friuli Venezia Giulia e mappare l’evoluzione della distribuzione di singoli casi nella popolazione residente.
DISEGNO:
studio osservazionale di popolazione, basato su procedure di record linkage delle informazioni contenute nei database costituenti il sistema informativo sanitario computerizzato della Regione Friuli Venezia Giulia.
SETTING E PARTECIPANTI:
il gruppo in studio era composto dai cittadini residenti in Regione e sottoposti a test microbiologico per COVID-19 dal 1 marzo al 24 aprile 2020. Il gruppo in studio è stato identificato usando le informazioni presenti nel database di laboratorio che registra le informazioni relative a tutti i test microbiologici eseguiti nelle strutture regionali. Le persone sottoposte a test sono state classificate in casi positivi o negativi secondo i risultati del test.
PRINCIPALI MISURE DI OUTCOME:
probabilità di essere sottoposti a test per e incidenza cumulativa di COVID-19.
RISULTATI:
la probabilità di essere sottoposti a test per COVID-19 è risultata pari a 278 persone ogni 10.000 residenti, con un’incidenza cumulativa di 22 casi/10.000 residenti. Su 33.853 persone testate, 2.744 (8,1%) sono risultate positive. Le donne sono state testate più frequentemente degli uomini (337 contro 216/10.000 residenti) ed esse mostravano anche un’incidenza di infezione più elevata (25 e 19 casi infetti/10.000 residenti, rispettivamente). Sia la frequenza dei test effettuati sia la positività per COVID-19 erano più elevate nella popolazione anziana. Circa il 25% delle persone infette era ospitato in case di riposo e il 9% era rappresentato da operatori sanitari. Nel 37% dei casi positivi risultava documentata una storia clinica di ipertensione, nel 15% di malattie cardiologiche, mentre diabete e neoplasie caratterizzavano l’11,6% e il 10% della popolazione infetta, rispettivamente. La distribuzione geografica dei casi positivi nelle settimane dal 1 marzo al 24 aprile 2020 ha mostrato una diffusione più rapida dell’infezione nella città di Trieste, l’area urbana a maggiore densità abitativa del Friuli Venezia Giulia.
CONCLUSIONI:
la pandemia di COVID-19 ha colpito il Friuli Venezia Giulia con minore intensità di altre Regioni del Nord Italia. Nella fase iniziale documentata da questo studio, la pandemia da COVID-19 in Friuli Venezia Giulia ha coinvolto in particolar modo le donne e gli anziani, soprattutto gli ospiti delle case di riposo di Trieste.

 Parole chiave: , , , ,

 23/12/2020   07/01/2021      Visite