Abstract

OBJECTIVES: to compare the meta-analysis and the pooled analysis approach to study short-term effects of air pollution on human health in Emilia-Romagna Region (Central Italy) cities, characterised by strong homogeneity of environmental and sociodemographic features.
METHODS: application of fixed-effects meta-analysis and fixed-effects pooled analysis on time-series data of seven cities in Emilia-Romagna in the period 2006- 2010. The relationship among adverse health events (deaths due to natural causes, cardiovascular disease, cerebrovascular disease and respiratory disease) and concentrations of PM10, PM2.5 and NO2 was investigated by means of GAM models, using the EpiAir protocol.
RESULTS: the pooled analysis application entailed a gain in terms of precision of effect estimates in respect to meta-analysis approach. The interval widths of pooled analysis are lower than those of meta-analytic estimates,with percentage reductions between 7%and 43%.This power increase led to amajor number of statistically significant pooled analysis estimates. It has been a generally good correspondence between the two methods in terms of direction and strength of the association among health outcomes and the various pollutants.An exception is the PM10 effect estimate on respiratorymortality, where themeta-analytic estimate was significantly higher and not in line with literature data.
CONCLUSIONS: the study highlighted the increase in accuracy and stability of effect estimates obtained from a pooled analysis compared to a meta-analysis in a regional context such as the Emilia-Romagna Region, characterised by the absence of heterogeneity in exposure to pollutants and other confounders. In this context, the pooled approach is to be considered preferable to meta-analysis.

 Keywords: , , , ,

Riassunto

OBIETTIVI: confrontare l’approccio di metanalisi e analisi pooled nello studio degli effetti a breve termine dell’inquinamento atmosferico nelle città dell’Emilia-Romagna, caratterizzate da forte omogeneità delle caratteristiche ambientali e sociodemografiche.
METODI:
applicazione di metanalisi a effetti fissi e analisi pooled a effetti fissi sui dati di serie storiche relativi a sette capoluoghi dell’Emilia- Romagna nel periodo 2006-2010. La relazione tra eventi sanitari avversi (decessi per cause naturali, per malattie cardiovascolari, cerebrovascolari e respiratorie) e concentrazioni di PM10, PM2.5 e NO2 è stata analizzata mediante l’uso di modelli GAMutilizzando il protocollo EpiAir.
RISULTATI:
l’applicazione dell’analisi pooled ha portato a un aumento di precisione delle stime d’effetto rispetto all’approccio metanalitico. Le ampiezze degli intervalli di confidenza relative all’analisi pooled sono risultate inferiori rispetto a quelle metanalitiche, ottenendo riduzioni percentuali comprese tra il 7% e il 43%.  Questo aumento di potenza ha portato a una frequenza maggiore di stime statisticamente significative nell’analisi pooled. Si è riscontrata in generale una buona corrispondenza tra i due metodi per direzione e forza dell’associazione tra gli outcome sanitari e i vari inquinanti. Fa eccezione la stima dell’effetto del PM10 sulla mortalità respiratoria, dove la stima metanalitica è risultata notevolmente più elevata e poco in linea con i dati di letteratura.
CONCLUSIONI:
lo studio ha permesso di mettere in luce l’aumento di precisione e di stabilità delle stime d’effetto ottenuto dall’applicazione di un’analisi pooled rispetto a una metanalisi in una realtà regionale come quella dell’Emilia- Romagna, caratterizzata da assenza di eterogeneità nell’esposizione agli inquinanti e agli altri confondenti. In tali contesti, l’approccio pooled è, quindi, da ritenere preferibile rispetto a quello metanalitico.

 Parole chiave: , , , ,

 14/04/2015      Visite