Abstract

OBJECTIVES: to estimate the health impact of asbestos fibres naturally occurring in Mount Pollino area (Basilicata Region, Southern Italy).
DESIGN:
geographic mortality, hospitalization, and incidence study.
SETTING AND PARTICIPANTS:
population resident in 12 Municipalities of Mount Pollino area with naturally occurring asbestos fibres.
MAIN OUTCOME MEASURES:
standardized mortality ratio (SMR) and standardized hospitalization rate (SHR) for asbestos-related diseases; standardized incidence ratio (SIR) for mesotheliomas.
RESULTS:
in the area of Mount Pollino, where asbestos fibres naturally occur, especially in the sub-area in which fibres are close to dwellings and settlements, it was observed: • a significant excess of mesothelioma incidence (SIR: 208; CI95% 111-355; 13 observed); • a non-significant excess of hospitalization for malignant pleural neoplasms (SHR: 176; CI95% 93-335; 9 observed); • a significant excess for mortality and hospitalization for pneumoconiosis (SMR: 534; CI95% 345-824; 20 observed – SHR: 245; CI95% 149-405; 15 observed); • a significant excess for hospitalization (SHR: 852; CI95% 290-2,506; 3 observed) for asbestosis.
CONCLUSION:
it is necessary to continue environmental monitoring and environmental remediation in the area with higher asbestos exposure. It is suggested to implement a permanent process of epidemiological surveillance in this same area. A communication plan with local administrators, general practitioners, school teachers, media, and the resident population at large should be realized.

 Keywords: , , ,

Riassunto

OBIETTIVI: stimare l’impatto sulla salute delle fibre di amianto presenti in affioramenti naturali nell’area del Pollino (Basilicata).
DISEGNO:
studio geografico di mortalità, ospedalizzazione e incidenza.
SETTING E PARTECIPANTI:
popolazione residente nei dodici comuni dell’area del Pollino caratterizzati da affioramenti naturali con presenza di fibre di amianto.
PRINCIPALI MISURE DI OUTCOME:
rapporti standardizzati di mortalità (SMR) e ospedalizzazione (SHR) per le malattie correlate ad amianto e rapporto standardizzato di incidenza (SIR) per il mesotelioma.
RISULTATI: nell’area del Pollino interessata dalla presenza di affioramenti contenenti amianto, in particolare nella sub-area dei sette comuni nei quali tali affioramenti si trovano in prossimità di località abitate, si osservano: • eccesso significativo di incidenza del mesotelioma (SIR: 208; IC95% 111-355; 13 osservati); • eccesso non significativo di ricoveri per il tumore maligno della pleura (SHR: 176; IC95% 93-335; 9 osservati); • eccessi significativi di mortalità e ricoveri per pneumoconiosi (SMR: 534, IC95% 345-824; 20 osservati – SHR: 245; IC95% 149-405; 15 osservati); • eccessi significativi di ricoveri (SHR: 852; IC95% 290-2.506; 3 osservati) per asbestosi.
CONCLUSIONI: nell’area dei sette comuni a maggior rischio di esposizione ad amianto occorre proseguire il monitoraggio ambientale e gli interventi di messa in sicurezza delle situazioni considerate come maggiormente a rischio. In questi stessi comuni, si suggerisce di rendere permanente l’attività di sorveglianza epidemiologica. Infine, va raccomandato l’avvio di un piano di comunicazione con gli amministratori locali, i medici di medicina generale, le scuole, i mezzi di informazione e la popolazione residente nel suo complesso.

 Parole chiave: , , ,

 11/04/2018      Visite