Abstract

Cancer screening may represent an ideal setting for promoting healthy lifestyle. We conducted a literature review of intervention studies of primary prevention interventions implemented in the context of established screening programmes. We identified 11 trials, 3 of which conducted in Italy. A positive impact of these interventions in favouring the adoption of cancer protective dietary behaviours was observed in all studies. A limited impact was reported for physical activity, while no effect could be observed for interventions aimed to promote smoking cessation. Long term maintenance of the observed behavioural changes and the sustainability overtime of these interventions within population-based programmes should be assessed. To enhance their effectiveness, these health education programmes should include multiple strategies, integrating and combining models of individual, social, and environmental change.

 Keywords: , , , ,

Riassunto

Gli screening oncologici possono rappresentare un momento favorevole per la trasmissione di messaggi di educazione sanitaria. E’ stata condotta una rassegna degli studi di intervento mirati a ottenere una riduzione dei fattori di rischio legati allo stile di vita, condotti nell’ambito di programmi di screening. Sono stati identificati 11 trial randomizzati, 3 dei quali condotti in Italia. I risultati di questi studi confermano che interventi mirati al cambiamento dello stile di vita possono avere un impatto favorevole sulle abitudini alimentari, mentre l’effetto sulla pratica di attività fisica o sull’abitudine al fumo è risultato limitato o assente. Il mantenimento a lungo termine dei cambiamenti ottenuti e la sostenibilità di questo tipo di interventi nell’ambito di programmi organizzati di popolazione devono essere verificati. L’utilizzo di strategie in grado di integrare interventi sull’individuo e sul suo contesto socioambientale potrebbe aumentare l’efficacia di questi interventi.

 Parole chiave: , , , ,

 30/12/2015      Visite