intervento
Epidemiol Prev 2014; 38 (3-4): 264-267

Vapagismo: strategia inedita per la prevenzione delle malattie legate al fumo?

Vaping: a new strategy to prevent smoking-related diseases?

  • Riccardo Polosa1,2

  1. Dipartimento di biomedicina clinica e molecolare, Università di Catania
  2. Centro per la prevenzione e cura del tabagismo (CPCT) e Medicina interna e d’urgenza, Policlinico Vittorio Emanuele, Università di Catania
Riccardo Polosa - polosa@unict.it

Riassunto:

I fumatori di ogni età smettendo di fumare possono guadagnare sostanziali benefici per la salute. Nessun altro singolo sforzo della sanità pubblica è in grado di raggiungere un vantaggio paragonabile alla cessazione su larga scala. Tuttavia, gli approcci convenzionali per smettere di fumare richiedono ai tabagisti di astenersi del tutto e molti fumatori sono incapaci – o non hanno la volontà – di raggiungere questo obiettivo, quindi continuano a fumare nonostante le incombenti conseguenze negative per la salute.
E’ comunque possibile considerare un’altra opzione: la riduzione dei danni da tabagismo (tobacco harm reduction) attraverso l’assunzione di nicotina da fonti alternative più sicure rispetto al fumo di tabacco, quale per esempio la sigaretta elettronica (e-cig). L’e-cig è un prodotto promettente per la riduzione dei danni da tabagismo, perché, oltre a fornire nicotina attraverso il vapore senza veicolare le sostanze tossiche e cancerogene tipiche dalla combustione, è un valido surrogato dei rituali associati al comportamento del fumatore.
In questo articolo si ipotizza come un’ampia diffusione del vapagismo possa diventare una strategia vincente per ridurre il tabagismo e prevenire le malattie legate al fumo, e vengono avanzate proposte su come riuscire in questo proposito.

Parole chiave: riduzione del danno da fumo, vapagismo, sigaretta elettronica

Abstract:

By quitting, smokers of all ages can gain substantial health benefits. No other single effort of public health is able to achieve an advantage comparable to smoking cessation on a large scale. However, conventional approaches to smoking cessation require tobacco users to completely abstain, and many smokers are unable – or have not the willingness – to achieve this goal, and then continue to smoke despite the looming negative consequences for health.
But it is possible to consider another option: the reduction of harm caused by tobacco smoking (tobacco harm reduction) through the intake of nicotine from alternative sources safer than tobacco smoke, such as the electronic cigarette (e-cig). It is a promising product for the reduction of harm caused by tobacco smoking. In addition to providing nicotine through the vapour without the typical toxic and carcinogenic substances derived from combustion, the e-cig is also a good substitute for the rituals associated with the behaviour of the smoker.
In this article, the author suggests that the wide dissemination of vaping behaviour can become a successful strategy to reduce smoking and preventing smoking-related diseases, advancing on how to succeed with this matter.

Keywords: tobacco harm reduction, vaping, electronic cigarette


  • Se sei abbonato scarica il PDF nella colonna in alto a destra
  • Se non sei abbonato ti invitiamo ad abbonarti online cliccando qui
  • Se vuoi acquistare solo questo articolo scrivi a: abbonamenti@inferenze.it (20 euro)

Inserisci il tuo commento

L'indirizzo mail è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Refresh Type the characters you see in this picture. Type the characters you see in the picture; if you can't read them, submit the form and a new image will be generated. Not case sensitive.  Switch to audio verification.