Benvenuti in EpiChange

EpiChange 20 (E&P 5-6 2018)

EPICHANGE. È finito il tempo in cui l’epidemiologia la faceva da padrona
Epidemiology: one out of many disciplines
Bruna De Marchi, Annibale Biggeri

EpiChange 19 (E&P 3-4 2018)

EPICHANGE/1. Resilienza? No, grazie
Resilience? No, Thanks
Annibale Biggeri

EPICHANGE/2. Toxic bios. Autobiografie tossiche: un progetto di guerriglia narrativa
Toxic Bios: a guerrilla narrative project
Redazione E&P

EpiChange 18 (E&P 2 2018)

EPICHANGE. Comunicare i dati della coorte italiana di nuovi nati NINFEA
Communicating DATA OF the Italian NINFEA birth cohort

Lorenzo Richiardi, Maja Popovic, Daniela Zugna, Franca Rusconi, Franco Merletti, Costanza Pizzi

EpiChange 17 (E&P 1 2018)

EPICHANGE/1. Un primo bilancio di EpiChange
Four years of EpiChange: first evaluation

Annibale Biggeri

EPICHANGE/2. Indicazioni emerse dalla VIS a Viggiano e Grumento Nova (PZ)
Recommendations from a Health Impact Assessment in Viggiano and Grumento Nova (Southern Italy)

Nunzia Linzalone, Fabrizio Bianchi, Marco Cervino, Liliana Cori, Gianluigi De Gennaro, Cristina Mangia, Elisa Bustaffa, Gruppo di lavoro

EpiChange 16 (E&P 5-6 2017)

EPICHANGE/1. Si fanno le indagini, e poi?
We conduct studies, and then?
Annibale Biggeri

EPICHANGE/2. L’avversario che non ti aspetti. Il caso di Falconara Marittima
The opponent you do not just imagine. The case of Falconara Marittima (Marche Region, Central Italy)

Loris Calcina

EPICHANGE/3. Eccesso di morti per tumori ematologici a Falconara Marittima: breve storia dall’indagine epidemiologica a oggi
Excess deaths for haematological tumours in Falconara Marittima (Marche Region, Central Italy): short story from the epidemiological survey up to now

Francesca Di Salvo, Paolo Baili, Mauro Mariottini, Marco Baldini, Andrea Micheli, Elisabetta Meneghini

EPICHANGE/4. A proposito di vaccinazioni, medici e radiazioni dall’Ordine
On vaccines, physicians, and disbarments

Annibale Biggeri

EpiChange 15 (E&P 3-4 2017)

EPICHANGE. Statistiche al tempo della crisi
Statistics at the time of the crisis
Andrea Saltelli, Philip B. Stark

EpiChange 14 (E&P 2 2017)

Mettersi in gioco
To get in the game
Annibale Biggeri

Non ci sono le centraline? Ce le costruiamo da soli
Are there no monitoring stations? We'll build them ourselves

Cinzia Tromba

EpiChange 13 (E&P 1 2017)

Nudging o educazione a scelte civiche responsabili? L’esempio dello screening della mammella
Nudging or citizens’education towards responsible choices? The case of breast screening

Mariachiara Tallacchini

EpiChange 12 (E&P 6 2016)

Manfredonia: catastrofe continuata, cittadinanza ritrovata e rimozione
Manfredonia (Southern Italy): a continuous catastrophe, newfound citizenship, and removal
Giulia Malavasi

EpiChange 11 (E&P 5 2016)

La conoscenza locale è utile all'epidemiologia
Does local knowledge help epidemiology?
Annibale Biggeri

EPICHANGE: Studio ecologico sulla mortalità dei residenti a Manfredonia dal 1970 al 2013
Ecological study on the mortality of residents in Manfredonia (Apulia Region, Southern Italy) from 1970 to 2013
Emilio Antonio Luca Gianicolo, Cristina Mangia, Marco Cervino, Antonella Bruni, Bruna De Marchi, Annibale Biggeri, Rosa Porcu, Maria Angela Vigotti

EpiChange 10 (E&P 2 2016)

EpiCHANGE/Prima i dati reali
Actual data come first

Annibale Biggeri

EpiCHANGE/La rappresentatività spaziale delle stazioni di monitoraggio della qualità dell’aria di Firenze secondo ARPAT e LaMMA. Considerazioni critiche
Spatial representativeness of monitoring stations for air quality in Florence (Tuscany Region, Central Italy) according to ARPAT e LaMMA. Critical observations

Daniele Grechi

EpiChange 9 (E&P 1 2016)

Inquinanti à la carte

Pollutants à la carte
Cinzia Tromba

Deposizione di idrocarburi policiclici aromatici nell’area a rischio di Milazzo-Valle del Mela a seguito dell’incendio in una raffineria di petrolio

Polycyclic aromatic hidrocarbons deposition in the Milazzo-Valle del Mela (Sicily Region, Southern Italy) high-risk area following an oil refinery fire
Daniele Grechi, Annibale Biggeri

EpiChange 8 (E&P 5-6 2015)

Il progetto DianaWeb ed EpiChange  

The DianaWeb project and EpiChange
Annibale Biggeri

DianaWeb: un progetto dimostrativo per migliorare la prognosi in donne con carcinoma mammario attraverso gli stili di vita

DianaWeb: a demonstration project to improve breast cancer prognosis through lifestyles
Anna Villarini, Milena Villarini, Giuliana Gargano, Massimo Moretti, Franco Berrino

EpiChange 7 (E&P 4 2015)

EPICHANGE. Studio epidemiologico sullo stato di salute dei residenti nel Comune di Manfredonia. Fase 2. Scenari e implicazioni.

EPICHANGE. Epidemiological study on the health status of residents in Manfredonia (italy). Phase 2 Scenarios and implications.
Annibale Biggeri, Maria Angela Vigotti, Cristina Mangia, Marco Cervino, Antonella Bruni, Bruna De Marchi, Emilio Antonio Luca Gianicolo, Angelo Riccardi

EPICHANGE. Studio epidemiologico sullo stato di salute dei residenti nel Comune di Manfredonia. Fase 2. I quesiti epidemiologici
Annibale Biggeri, Rosa Porcu

EpiChange 6 (E&P 3 2015)

EpiChange. Genesi dell’Alleanza Scienza Società in Francia. Verso una collaborazione consapevole e riconosciuta tra attori della ricerca e della società civile

Foundation of the Science and Society Alliance in France. Towards a conscious and recognised collaboration between actors of research and civil society
N. Fellini, E. Faroult

 

EpiChange. Débat public: la via francese ai processi decisionali partecipativi

Débat public: the French way towards participatory decions-making
G. Sturloni

EpiChange 5 (E&P 2 2015)

Epidemiologia in contesti difficili

Epidemiology in troublesome scenarios
Annibale Biggeri  

Studio epidemiologico sullo stato di salute dei residenti nel Comune di Manfredonia. L’avvio dello studio raccontato dai ricercatori

Epidemiological study on the health status of residents in Manfredonia (Italy). The beginning of the study told by the researchers
Maria Angela Vigotti, Cristina Mangia, Marco Cervino, Antonella Bruni, Annibale Biggeri, Bruna De Marchi, Emilio Antonio Luca Gianicolo

Studio epidemiologico sullo stato di salute dei residenti nel Comune di Manfredonia. L’avvio dello studio raccontato dai cittadini

Epidemiological study on the health status of residents in Manfredonia (Italy). The beginning of the study told by the citizens
Rosa Porcu

EpiChange 4 (E&P 1 2015)

Il progetto NINFEA e le nuove forme di coinvolgimento dei cittadini nella ricerca epidemiologica

The NINFEA project and the emerging forms of engagement of citizens in epidemiological research
Lorenzo Richiardi, Costanza Pizzi, Franca Rusconi, Franco Merletti

EpiChange 3 (E&P 6 2014)

Quando un’intera comunità si fa carico di un’indagine epidemiologica

When the whole community takes charge of an epidemiological survey
Annibale Biggeri

Articoli Scientifici


Disegno e modalità di realizzazione dello studio CHIP (CHinese In Prato)

Design and arrangement of the CHIP (CHinese In Prato) study
Pietro Amedeo Modesti, Yang Han, Yang Jing, Wang Xiaoling, Zhang Mengyue, Yang Zihua, Guo Jia, Eleonora Perruolo, Lara Bini, Maira Camera, Annibale Biggeri, Stefano Rapi, Chen Hongsheng, Zhang Li, Wang Zengli, Hu Jianbin, Zhao Xiaoyue, Dong Zhao

EpiChange 2 (E&P 5 2014)

La vigilanza dei cittadini sulla salute ambientale tra tecnologie digitale e genomica  

Citizens' vellance on environmetal health through ICT and genomics
Mariachiara Tallacchini, Annibale Biggeri

Non solo epidemiologia ambientale. Cosa succede quando i partecipanti a un trial clinico capiscono di detenere il potere

EpiCHANGE: not only environment. Patients’ participation changes the world of trials
Redazione E&P

EpiChange 1 (E&P 3-4 2014)

da "In questo numero" E&P 2014 n. 3-4 p.147

di Benedetto Terracini, past director di E&P

Anche questa volta E&P presenta una novità importante, quella che va sotto il nome di epichange o “ricerca partecipata”. E’ una prospettiva di grandissimo respiro. A dire il vero, di 'non delega della salute' (e quindi di non delega della ricerca sanitaria) si parlava già quasi mezzo secolo fa, ai tempi della gestazione dello statuto dei lavoratori... (leggi tutto)


Gli epidemiologi e la scienza degli altri

di Annibale Biggeri, Dipartimento di statistica "G. Parenti", Università di Firenze

logo epichange

A partire da questo numero la nostra rivista si arricchisce di una nuova sezione, dove vengono pubblicati editoriali, schede informative e articoli scientifici originali frutto di un modo nuovo e diverso di produzione di conoscenza.
Di cosa si tratta? La diffusione e la facilità di accesso alle tecnologie informatiche per il recupero di informazioni insieme con la proliferazione dei social network hanno reso gli individui più attivi e capaci nel valutare la propria salute. Hanno anche facilitato la formazione di gruppi o comitati di cittadini impegnati a progettare e condurre una ricerca di tipo sanitario. Si tratta di modalità di ricerca eterogenee, dagli autoesperimenti su singoli individui, alla sorveglianza dal basso, all’analisi di dati di genomica, a studi di associazione genome- wide (GWAS). Questi progetti sono definiti in vario modo in letteratura: «citizen driven», «participant driven», «crowd sourced», «participant centric».
Tutto ciò che li accomuna e che giustifica il nostro interesse è che i partecipanti sono la forza trainante nell’iniziare e condurre la ricerca. Ma c’è di più ed è fondamentale: tale ricerca partecipata è in grado di produrre risultati scientifici di alta qualità, paragonabili a quelli ottenuti dalla scienza ufficiale e anche tali da essere pubblicati su riviste scientifiche di alto profilo.... (leggi tutto)


Chi controlla la qualità dell'aria a Firenze?

di Daniele Grechi, chimico ambientale, Firenze

Nel corso del 2012 il Sindaco di Firenze ha emanato tre ordinanze “per la lotta all’inquinamento atmosferico causato dal particolato PM10”. Qui  

  • si discutono la tipologia e l’efficacia dei provvedimenti adottati e la rappresentatività del sistema di monitoraggio della qualità dell’aria su cui si basano tali provvedimenti;

  • si avanzano alcune proposte di miglioramento

  • si riporta un’esperienza di produzione di conoscenza scientifica condotta da alcuni cittadini sull’inquinamento atmosferico di Firenze....

Leggi la versione breve oppure scarica  la versione tecnica (più lunga e dettagliata). Scarica tabelle e figure.


Il processo antismog di Firenze

La scheda: le tappe del processo

Il video: le ragioni del processo spiegate
dal PM Giulio Monferini

Il sito dei cittadini di Firenze

 


Scienza e diritto in tribunale

 

di Mariachiara Tallacchini, Facoltà di economia e giurisprudenza, Università Cattolica Sacro Cuore, Piacenza

Riassunto
Nelle società basate sulla conoscenza la scienza e il diritto rappresentano i principali creatori di regole e ordine. Le relazioni tra conoscenze e norme sono particolarmente delicate negli ambiti in cui l’incertezza scientifica e la causalità probabilistica sono più frequentemente coinvolte, come ambiente e salute.
La decisione del Tribunale di Firenze – presa qui in esame – ha a che fare con le correlazioni incerte tra PM10 e salute.
Questo caso penale coinvolge alcuni amministratori pubblici della Regione Toscana, accusati di non aver adottato misure adeguate a mantenere i livelli di PM10 nei limiti stabiliti dalla direttiva europea 2008/50/EC sulla qualità dell’aria.
Nell’argomentare l’infondatezza delle accuse, il tribunale, se da un lato invoca la validità della scienza, dall’altro sceglie deliberatamente le prove scientifiche a sostegno di ben precise implicazioni giuridiche. Le condizioni meteorologiche vengono considerate l'unico determinante degli alti livelli di PM10; la loro incertezza è inquadrata come imprevedibilità e non governabilità assolute; ne consegue la non responsabilità.
Il concetto di coproduzione viene utilizzato come strumento critico per mettere a nudo le complesse relazioni tra scienza e diritto mostrando che concetti giuridici e scientifici si generano e si influenzano a vicenda anche quando la legge dichiara di basarsi sulla scienza in modo neutrale e oggettivo.

Leggi il testo integrale