Epidemiologia&Prevenzione 2011, 35 (5-6) settembre-dicembre Suppl. 1

Quale peer review per gli studi condotti nel corso di un’indagine giudiziaria?

Giuseppe Traversa

Per un ricercatore, il modo «normale» di diffondere i risultati delle proprie indagini è quello di proporli per la pubblicazione in una rivista scientifica dotata di un meccanismo di revisione indipendente. Una ragione per preferire questo meccanismo è che uno studioso dello stesso settore è in grado di valutare meglio la metodologia utilizzata e il suo impatto sull’affidabilità dei risultati: mancanze e limiti possono non essere evidenti a un pubblico di profani. Inoltre, solo la pubblicazione su una rivista scientifica, con una attenta presentazione della metodologia utilizzata, consente la replica delle indagini da parte di altri gruppi, e il confronto con i risultati di indagini aventi lo stesso obiettivo ma condotte in circostanze differenti.

epiprev.it Epidemiologia & Prevenzione
0