Epidemiologia&Prevenzione 2012, 36 (1) gennaio-febbraio

L'autore risponde

Mario Stefano Peragallo

Caro Direttore, secondo il Professor Terracini, i risultati della sorveglianza della patologia tumorale nell’Esercito sarebbero derivati da campioni di rappresentatività incerta e fornirebbero stime di rischio inaffidabili, in quanto le diagnosi non sarebbero raccolte attraverso una ricerca attiva, ma mediante «non meglio specificate segnalazioni».

In realtà, lo scopo principale dell’intervento in questione non è quello di presentare delle stime di rischio, quanto piuttosto di fornire, sulla base dei dati disponibili nella letteratura scie…Continua su epiprev.it

epiprev.it Epidemiologia & Prevenzione
0