Epidemiologia&Prevenzione 2014, 38 (3-4) maggio-agosto

Studio sull’ospedalizzazione di una coorte di richiedenti casa popolare a Firenze

Elisabetta Chellini, Giulia Carreras, Oria Baroncini

OBIETTIVI E DISEGNO: valutare la morbosità, in termini di ospedalizzazione, di una popolazione deprivata di famiglie che hanno fatto richiesta di casa popolare a Firenze negli anni 1977-2001.
SETTING E PARTECIPANTI: ricoveri del periodo 2001-2005 dei 4.773 membri delle 1.496 famiglie richiedenti casa popolare nel 1997-2001.
PRINCIPALI MISURE DI OUTCOME: rapporti standardizzati di ospedalizzazione (SHR) per tutte le cause e cause specifiche, e per genere, calcolati nella popolazione in studio, utilizzando per il calcolo dei ricoveri attesi i tassi per età, genere e causa specifici della popolazione toscana per il periodo 2001-2005.
RISULTATI: sono stati considerati 2.777 ricoveri. Si osservano eccessi di ospedalizzazione statisticamente significativi per entrambi i generi per tutte le cause (maschi: SHR 1,14; IC95% 1,07-1,20; femmine: SHR 1,22; IC95% 1,16-1,28), disturbi mentali (maschi: SHR 2,19; IC95% 1,71-2,76; femmine: SHR 1,77; IC95% 1,35-2,27) e malattie dell’apparato respiratorio (maschi: SHR 1,25; IC95% 1,05-1,47; femmine: SHR 1,33; IC95% 1,09-1,60). Altri eccessi sono stati osservati per malattie delle ghiandole endocrine negli uomini (SHR 1,38; IC95% 1,04-1,79), e per traumatismi e avvelenamenti nelle donne (SHR 1,24; IC95% 1,03-1,48). Si osservano anche deficit statisticamente significativi per tutti i tumori e per malattie dell’apparato respiratorio in entrambi i generi, e per malattie del sistema osteomuscolare nei maschi.
CONCLUSIONE: i risultati ottenuti, consistenti con i dati di letteratura sulle cause di morbosità in popolazioni svantaggiate, confermano l’importanza di vivere in un ambiente di vita (casa e ambiente costruito circostante) salubre per ridurre le disuguaglianze di salute.

epiprev.it Epidemiologia & Prevenzione
0