Epidemiologia&Prevenzione 2018, 42 (1) gennaio-febbraio

L’accurata compilazione delle schede di dimissione ospedaliera secondo la percezione dei medici: criticità e prospettive

Alessandra Mereu, Sara Frau, Alessandra Murgia, Alessandra Sotgiu, Alberto Lai, Federica Pisano, Fabio Marongiu, Igor Portoghese, Lucia Pinna, Elide Lepori, Pierangelo Origa, Antonio Azara, Paolo Castiglia, Maria Giuliana Solinas, Laura Saderi, Federico Argiolas, Stefano Murtas, Maria Giovanna Murru, Maria Rosa Faedda, Anna Maria Corriga, Noemi Maria Mereu, Laura Spada, Giuseppe Maria Sechi, Francesco Massa, Simona Accalai, Francesca Sanna, Caterina Bellu, Marcello Campagna, Silvia Prasciolu, Cinzia Aresu, Monica Pedron, Maria Anna Pes, Emanuela Pisone, Elisabetta Pezzi, Paolo Contu, Claudia Sardu

OBIETTIVI: esplorare la visione dei medici sulla compilazione della scheda di dimissione ospedaliera (SDO) al fine di identificare elementi utili per favorire una maggiore accuratezza nella compilazione.
DISEGNO: studio qualitativo con approccio fenomenologico.
SETTING E PARTECIPANTI: selezione dei partecipanti mediante campionamento intenzionale tra i medici specializzandi e i dirigenti medici di due strutture di ricovero della Sardegna, per un totale di 76 persone (32 dirigenti medici e 44 specializzandi).
PRINCIPALI MISURE DI OUTCOME: unità di significato espresse dai partecipanti per ognuna delle aree tematiche in esame: visione dell’accurata compilazione della SDO, fattori ostacolanti, proposte per favorire l’accurata compilazione.
RISULTATI: è emersa l’esistenza di due visioni prevalenti focalizzate rispettivamente sull’importanza di un’accurata compilazione e sugli oneri derivanti da tale attività. I fattori che ostacolano l’accurata compilazione sono riconducibili alla carenza di motivazione e formazione, ai limiti del sistema informativo e di quello informatico, alle distorsioni indotte dal ruolo preminente della SDO nei processi di valutazione. Favorirebbero l’accurata compilazione percorsi formativi dedicati, aggiornamento tempestivo del sistema informativo accompagnato da adeguato processo di validazione transculturale, miglioramento del sistema informatico e attivazione di servizi di supporto.
CONCLUSIONE: per favorire la compliance alla compilazione delle SDO, sarebbe auspicabile che nelle strutture ospedaliere vengano attivati servizi slegati dai processi di valutazione e controllo e dedicati alla formazione e al supporto per la compilazione delle SDO e l’utilizzo epidemiologico dei dati. In questo modo si renderebbero tangibili, per le unità operative e i singoli medici, i benefici ottenibili da un flusso di qualità, contribuendo ad aumentare competenze, motivazione e senso di ownership e, in definitiva, promuovendo una maggiore accuratezza nella compilazione.

epiprev.it Epidemiologia & Prevenzione
0