Epidemiologia&Prevenzione 2012, 36 (2) marzo-aprile

Risultati e valutazione economica del triage con ricerca dell’HPV ad alto rischio nello screening dei tumori cervicali. Uno studio pilota in Piemonte

Corrado Magnani, Anna Gillio Tos, Laura De Marco, Maria Calvia, Angela Cipelletti, Piero Bestagini, Eva Pagano, Nereo Segnan, Guglielmo Ronco

Obiettivo: l’infezione da HPV ad alto rischio è causa necessaria del carcinoma della cervice, per cui il test HPV è stato proposto sia quale test primario di screening sia quale test di triage per l’invio in colposcopia. L’utilità del triage è documentata dopo citologia ASC-US ed è stata suggerita dopo citologia LSIL per le donne oltre 35 anni, ma le valutazioni sono discordanti.Viene presentato uno studio pilota sul triage con test HPV nello screening per i tumori della cervice uterina, con valutazione dell’adesione, del valore predittivo e dei costi, separatamente per  citologia ASC-US e LSIL.
Disegno: il test è stato offerto alle donne con citologia ASC-US e LSIL (oltre 35 anni) a integrazione del protocollo di screening Prevenzione Serena. Il test è stato analizzato in un laboratorio centralizzato. Le donne con test positivo sono state invitate a effettuare colposcopia, le restanti saranno invitate a scadenza.
Setting e partecipanti:
dipartimento di screening delle ASL Novara e Verbano-Cusio-Ossola, per un anno. Nel periodo erano eleggibili per il triage 153 donne.
Principali misure di outcome: adesione al triage, risultato del test HPV, costo.
Risultati: l’’adesione è stata del 92,5%, con il 66,9% di test positivi (52,8% tra ASC-US e 82,8% tra LSIL). La proporzione di CIN2+ tra i test HPV+ era 9,4% dopo ASC-US e 17,1% dopo LSIL.
L’analisi dei costi non indica differenze rilevanti tra il protocollo con triage HPV esteso ad ASC-US e LSIL e quello tradizionale. Emerge invece una netta convenienza (risparmio del 14,85% per partecipante) quando il triage HPV è limitato alla citologia ASC-US.
Conclusione: introdurre il triage HPV nello screening per i tumori della cervice è possibile, senza riduzione dell’adesione. Il costo dipende dalla prevalenza di test HPV positivi tra le donne invitate a triage, che può essere sufficientemente bassa solo tra le donne con citologia ASC-US. Tra le donne con citologia LSIL, anche oltre 35 anni, la prevalenza di test HPV positivi è troppo elevata per rendere economicamente conveniente la procedura.






epiprev.it Epidemiologia & Prevenzione
0