Epidemiologia&Prevenzione 2015, 39 (2) marzo-aprile

La tubercolosi nei bambini e nei giovani adulti in Emilia- Romagna: sistema di sorveglianza e integrazione con dati socioeconomici

Matteo Morandi, Chiara Di Girolamo, Nicola Caranci, Andrea Mattivi, Massimiliano Marchi, Bianca Maria Borrini, Maria Luisa Moro

OBIETTIVI: caratterizzare, attraverso un approccio ecologico, i casi di tubercolosi (TB) in soggetti di età compresa tra 0 e 24 anni nella Regione Emilia-Romagna nel decennio 2001- 2010, al fine di integrare i dati raccolti dal sistema di sorveglianza della tubercolosi e la dimensione socioeconomica stimata tramite il livello di deprivazione di piccola area geografica.
DISEGNO: studio osservazionale sulle caratteristiche dei casi di TB notificati, tramite georeferenziazione e attribuzione dell’indice ecologico di deprivazione.
SETTING E PARTECIPANTI: sono state considerate le notifiche informatizzate dei casi di TB registrate dal sistema di sorveglianza in vigore. Nei casi per i quali era disponibile il dettaglio dell’indirizzo, si è applicata una procedura di georeferenziazione al fine di attribuire a ciascun caso, attraverso una joining spaziale, l’indice di deprivazione (ID) calcolato per sezione di censimento.
PRINCIPALI MISURE DI OUTCOME: distribuzione dei casi registrati dalla sorveglianza per terzili dell’ID.
RISULTATI: nel decennio considerato si sono registrati 686 casi di tubercolosi nella fascia di età 0-24 anni, pari al 14,5% del totale regionale. Al 90,4% dei casi è stato possibile associare l’ID. La distribuzione dei casi osservati nei terzili dell’ID a confronto con i casi attesi ha evidenziato una maggiore frequenza di malattia nelle aree più deprivate.
CONCLUSIONI: al pari di altri sistemi internazionali di sorveglianza sulla tubercolosi, anche questo studio evidenzia che è possibile localizzare i casi, metterli in relazione ecologica con dati censuari e, dunque, caratterizzarli con informazioni socioeconomiche. In prospettiva, l’ampliamento dell’analisi a tutte le classi di età, l’aggiornamento dei dati socioeconomici e l’utilizzo di metodologie qualitative potranno utilmente integrare i dati di sorveglianza con dati sull’associazione traTB e svantaggio sociale.

epiprev.it Epidemiologia & Prevenzione
0