Epidemiologia&Prevenzione 2010, 34 (3) maggio-giugno

La sorveglianza sanitaria dei soggetti con pregressa esposizione professionale ad amianto: l’esperienza dell’AUSL Messina 5

Amerigo Zona, Caterina Bruno, Caterina Villari, Rosario Contiguglia, Lucia Fazzo, Gina Mollica, Giovanni Puglisi, Pietro Comba

Obiettivo: nell’ambito del progetto di ricerca Organizzazione mondiale della sanità (OMS)-Istituto superiore di sanità (ISS) «Studi di coorte nelle aree ad elevato rischio ambientale in Sicilia», si è costituito nel 2007 un gruppo di lavoro ISS-Azienda unità sanitaria locale Messina 5 (AUSL ME5) per la valutazione delle problematiche emerse durante lo svolgimento di un programma di sorveglianza sanitaria avviato nel 2003, dedicato agli ex lavoratori di un’azienda produttrice di manufatti in cemento-amianto e ai loro familiari (378 soggetti, 119 ex dipendenti e 259 familiari conviventi).
Metodi: sono stati presi in considerazione l’informazione fornita ai partecipanti sui rischi per la salute legati alla pregressa esposizione ad amianto, gli strumenti diagnostici per le patologie asbesto-correlate, le misure preventive disponibili (sospensione dell’abitudine al fumo di tabacco, sospensione dell’esposizione a polveri irritanti delle vie respiratorie, profilassi di eventuali patologie respiratorie intercorrenti). Il gruppo di lavoro ha scelto di focalizzare la sua attenzione sulle linee di sviluppo del-l’attività in corso, programmando un calendario di incontri periodici per discutere l’intera struttura dello studio in via di svolgimento e valutare le difficoltà emerse negli anni precedenti.
Risultati e conclusioni: gli autori hanno elaborato un piano operativo che potrebbe essere utile in contesti siciliani con analoghi problemi di sanità pubblica derivanti da pregresse attività produttive con amianto.
(Epidemiol Prev 2010; 34(3): 94-99)

epiprev.it Epidemiologia & Prevenzione
0