Epidemiologia&Prevenzione 2020, 44 (4) luglio-agosto

Il fumo in macchina e in moto in Italia nell’ultimo decennio

Alessandra Lugo, Giuseppe Gorini, Roberta Pacifici, Silvano Gallus

OBIETTIVI: stimare la prevalenza di fumo alla guida di un’auto o di un motoveicolo e suoi determinanti; analizzare le tendenze di queste abitudini prima e dopo l’adozione del recepimento della Direttiva europea 40/2014 (D.Lgs 6/2016) del 2016.
DISEGNO:
otto diverse indagini di popolazione condotte da Doxa in Italia tra il 2007 e il 2018.
SETTING E PARTECIPANTI:
21.807 soggetti di età ≥18 anni, rappresentativi della popolazione adulta italiana.
PRINCIPALI MISURE DI OUTCOME:
prevalenza grezza di fumatori che fumano alla guida di un’auto, con e senza minori, e alla guida di un motociclo. Prevalenza grezza di non fumatori esposti al fumo passivo in auto. Stima degli odds ratio (OR) multivariati e degli intervalli di confidenza (IC) al 95% tramite modelli di regressione logistica aggiustati per genere, età, livello di istruzione, area geografica e anno di intervista.
RISULTATI:
la percentuale di fumatori che ha fumato in auto è diminuita da 69,6% nel 2007-2008 a 57,5% nel 2016, fino a 51,5% nel 2017-2018. Coloro che hanno fumato in auto in presenza di minori erano il 20,9% nel 2011-2012 e l’11,7% nel 2017-2018. La percentuale di fumatori che hanno fumato alla guida di un motociclo è passata da 15,0% nel 2007-2008 a 6,5% nel 2017-2018. Il fumo alla guida di un’auto in presenza di minori diminuiva con l’aumentare dell’età (p=0,004) e del livello di istruzione (p=0,029) ed era più frequente al Sud rispetto al Nord Italia (OR 4,40; IC95% 2,21-8,74). Nel 2017-2018, il 16,2% dei non fumatori ha riportato di essere stato esposto al fumo passivo in auto; di questi, il 42,3% è stato esposto anche in presenza di minori.
CONCLUSIONI:
le leggi anti-fumo adottate negli ultimi 15 anni, in particolare l’ultima del 2016, hanno fortemente contribuito a ridurre il fumo e l’esposizione al fumo passivo nei veicoli privati, con e senza minori. Ciononostante, ancora il 50% dei fumatori italiani fuma alla guida e più del 15% dei non fumatori è esposto a fumo passivo in auto. Si suggerisce di adottare campagne che informino il cittadino sui rischi associati al fumo in macchina, sia per il guidatore sia per i passeggeri, e di inasprire le sanzioni per chi fuma in macchina in presenza di minori o alla guida di un motociclo.






epiprev.it Epidemiologia & Prevenzione
0