Epidemiologia&Prevenzione 2020, 44 (4) luglio-agosto

Adherence to the 2018 WCRF/AICR recommendations and sleep behaviour in people with metabolic syndrome

Eleonora Bruno, Eliana Roveda, Giuliana Gargano, Ivan Baldassari, Andreina Oliviero, Letizia Galasso, Angela Montaruli, Mauro Cortellini, Maria Gaetana Di Mauro, Elisabetta Venturelli, Franco Berrino, Patrizia Pasanisi

OBIETTIVI: valutare l’associazione tra adesione alle raccomandazioni World Cancer Research Fund/American Institute for Cancer Research (WCRF/AICR) 2018 e la prevalenza dei parametri di qualità e quantità del sonno in soggetti con sindrome metabolica (SM).
DISEGNO:
studio cross-sectional.
SETTING E PARTECIPANTI:
126 soggetti con SM appartenenti a un trial randomizzato e controllato di dieta mediterranea e metformina per la prevenzione primaria delle malattie croniche legate all’età (Progetto Me.Me.Me.) hanno effettuato un monitoraggio di 7 giorni con actigrafo per la valutazione dei seguenti parametri: indici di riposo (sleep efficiency –SE, actual sleep time – AST, immobile time – IT) e indici di sonno frammentato (moving time – MT, movement and fragmentation index – MFI, sleep latency – SL). Alla visita di baseline, tutti i partecipanti hanno compilato un diario sui consumi alimentari delle 24 ore precedenti e un questionario di attività fisica (International Physical Activity Questionnaire). Utilizzando i dati di questi questionari, è stato costruito uno score di adesione (da 0 a 7 punti) alle raccomandazioni WCRF/AICR 2018.
PRINCIPALI MISURE DI OUTCOME:
sono stati calcolati i tassi di prevalenza (PR) e i relativi intervalli di confidenza (IC95%) dei parametri del sonno associati allo score di adesione alle raccomandazioni WCRF/AICR 2018 utilizzando un modello di regressione binomiale.
RISULTATI: i PR di SE≥85% e di IT≥84% aumentavano con l’aumentare del numero di raccomandazioni seguite. L’adesione a 5-7 raccomandazioni rispetto a 0-2 era associata a una migliore SE (PR 3,24 per SE≥85%; p=0,03) e un maggior tempo passato immobile a letto (PR 1.68 per IT≥84%; p=0,04). La PR di MFI≥34,5 e di SL≥18 minuti diminuiva con l’aumentare del numero di raccomandazioni seguite. L’adesione a 5-7 raccomandazioni rispetto a 0-2 era associata a un ridotto MFI (PR 0,54 per un MFI≥34.5; p=0,02) e un ridotto tempo di addormentamento (PR 0,60 per SL≥8 minuti; p=0,04).
CONCLUSIONI:
i risultati qui presentati suggeriscono che una migliore qualità del sonno nelle persone con sindrome metabolica possa essere associata a una maggiore adesione alle raccomandazioni WCRF/AICR 2018.






epiprev.it Epidemiologia & Prevenzione
0