strumenti e metodi
Epidemiol Prev 2018; 42 (5-6): 344-350
DOI: https://doi.org/10.19191/EP18.5-6.P344.103

Valutare l’anticipazione dell’evento: un caso di studio

Rate advancement assessment: a case study

  • Paolo Crosignani1

  • Edoardo Bai1

  1. ISDE Medici per l’Ambiente

Cosa si sapeva già

  • I casi attribuibili erano visti come indicatore di danno con notevoli problemi interpretativi.

Cosa si aggiunge di nuovo

  • A un rischio aumentato corrisponde una precocizzazione dell’evento, stimabile e mediamente applicabile a tutti gli eventi avversi occorsi tra gli esposti.

Riassunto:

OBIETTIVI: riconsiderare il concetto di rischio attribuibile valutando l’anticipazione di eventi avversi come indicatore di effetto individuale.
DISEGNO:
studio descrittivo di mortalità per patologie cardiovascolari e respiratorie in due gruppi a diversa esposizione alle emissioni di una centrale a carbone.
SETTING E PARTECIPANTI:
l’insieme dei residenti in 23 comuni (100.725 soggetti) di età compresa tra i 35 e gli 84 anni osservati tra il 2000 e il 2007.
PRINCIPALI MISURE DI OUTCOME:
tassi di mortalità per categoria di esposizione ed età e anticipazione del decesso per l’insieme delle cause cardiache e respiratorie.
RISULTATI:
nel campione in studio, un rischio superiore di mortalità tra gli esposti corrisponde a una mediana dell’anticipazione dell’evento tra 20 e 25 mesi nella fascia di età 65-74 anni e di 6 mesi tra 75 e 84 anni.
CONCLUSIONE:
per le cause di morte considerate, l’anticipazione dell’evento è un indicatore di danno applicabile come mediana a tutti i decessi tra gli esposti.
Parole chiave:
rischio attribuibile, anticipazione dell’evento, nesso di causa

Abstract:

OBJECTIVE: to re-evaluate the meaning of attributable risk assessing the event advancement as an individual effect indicator.
DESIGN:
mortality descriptive study of cardiovascular and respiratory causes in two populations exposed to different emission levels from a coal-fired power plant.
SETTING AND PARTICIPANTS:
people residing in 23 Italian municipalities (100,725 subjects) aged 35-84 years observed from 2000 to 2007
MAIN OUTCOME MEASURES:
age-specific death rates and death anticipation by age.
RESULTS:
a higher mortality among the exposed corresponds to a median death anticipation from 25 to 20 months among people aged 65-74 and of 6 months for people aged 75-84.
CONCLUSION:
for the set of the considered causes of death, a higher mortality among the exposed corresponds to a median anticipation of all deaths occurred among exposed people.
Keywords: attributable risk, event anticipation, causes


  • Se sei abbonato scarica il PDF nella colonna in alto a destra
  • Se non sei abbonato ti invitiamo ad abbonarti online cliccando qui
  • Se vuoi acquistare solo questo articolo scrivi a: abbonamenti@inferenze.it (20 euro)

Inserisci il tuo commento

L'indirizzo mail è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Riporta le lettere mostrate nel riquadro senza spazi. Non c'è differenza tra maiuscole e minuscole.
p
N
L
5
H
Non inserire spazi. E' indifferente l'uso del maiuscolo/minuscolo