Epidemiologia&Prevenzione 2014, 38 (1) gennaio-febbraio

Il metodo SENTIERI va esteso a tutti i territori gravemente inquinati

Pietro Comba

La lettera di Giovanni Ghirga pone una questione importante: ci sono aree del Paese altamente inquinate, e nelle quali è stato accertato un effetto sulla salute delle esposizioni ambientali, che tuttavia non sono oggetto di un’attività sistematica di sorveglianza epidemiologica quale quella rappresentata dal Progetto SENTIERI. Questa situazione è determinata dal fatto che lo studio dell’impatto sanitario della residenza nei siti contaminati richiede una definizione univoca e a priori dei siti in esame, che per il nostro Paese è disponibile solo nell’ambito della normativa sull’inquinamento delle matrici suolo e falda, con riferimento al riconoscimento dei Siti di interesse nazionale per le bonifiche.

epiprev.it Epidemiologia & Prevenzione
0