Epidemiologia&Prevenzione 2016, 40 (3-4) maggio-agosto

Valutare l’impatto della qualità urbana sulla salute pubblica: un approccio multimetodologico

Alessandra Oppio, Marta Bottero, Giulio Giordano, Andrea Arcidiacono

A partire dal crescente interesse per gli effetti dell’ambiente costruito sulla salute pubblica, il presente contributo propone un approccio multimetodologico per la valutazione della qualità degli spazi aperti pubblici dal punto di vista disciplinare dello urban design. Nonostante la relazione tra componenti ambientali, stili di vita e salute sia approfonditamente trattata nella letteratura scientifica e si sia consolidata nella concezione di un modello sociale di salute ampiamente riconosciuto, ancora pochi sono gli studi volti a fornire un metodo di misurazione della qualità urbana in una logica transdisciplinare. In questo contesto, l’articolo presenta un modello di valutazione basato sull’uso combinato dei sistemi informativi geografici (GIS) e della teoria del valore multiattributo (MAVT), con l’obiettivo di assegnare un punteggio composito di qualità urbana e di generare mappe di valore. Gli spazi aperti pubblici – aree verdi, piazza, strade e percorsi ciclo-pedonali – sono valutati in riferimento ai criteri di accessibilità, vivibilità, vitalità e identità.
In particolare, le mappe, oltre a mostrare la distribuzione spaziale delle variabili che determinano la qualità urbana, possono essere considerate come base conoscitiva utile a informare politiche integrate per il miglioramento della salute pubblica.


epiprev.it Epidemiologia & Prevenzione
0