Epidemiologia&Prevenzione 2020, 44 (1) gennaio-febbraio

Qualità delle prove in medicina: differenze in ambito preventivo e assistenziale

Paolo Bruzzi

Credo che le discussioni sulla qualità delle prove in medicina siano infestate da una confusione, terminologica e concettuale che, precludendo qualsiasi dialettica, le rende spesso inutili. La prospettiva della ricerca clinica può fornire alcune chiavi di lettura e aiutare a fare un po’ di chiarezza. In questa sede, per ragioni di spazio, mi limiterò ad  affrontare due tematiche, in parte già trattate nei tre precedenti contributi di questa serie.1-3

epiprev.it Epidemiologia & Prevenzione
0