Epidemiologia&Prevenzione 2012, 36 (5) settembre-ottobre

Valutazione dello stato nutrizionale di anziani ospiti di strutture residenziali a Trieste

Riccardo Tominz, Carmela Daniela Germano, Matteo Bovenzi

OBIETTIVO: valutare lo stato nutrizionale in un campione rappresentativo di ospiti di residenze per anziani utilizzando lo strumento del Mini Nutritional Assessment (MNA, Nestlé®) e confrontarlo con i dati della letteratura.
DISEGNO: studio trasversale di prevalenza mediante campionamento a grappolo a due strati.
SETTING E PARTECIPANTI
: è stato indagato un campione di 420 ospiti di 37 strutture per anziani di età ≥65 anni con diversi gradi di autosufficienza, tratto da una base di 2.967 residenti in 89 strutture della provincia di Trieste. I dati sono stati raccolti nel corso del 2010.
PRINCIPALI MISURE DI OUTCOME: stato nutrizionale come definito dal MNA (buono, cattivo, rischio di malnutrizione). RISULTATI: la prevalenza di malnutrizione e di rischio di malnutrizione sono rispettivamente del 14,1% (IC95% 10,2-18,0) e del 48,6% (IC95% 43,4-53,8). La prevalenza di soggetti malnutriti è maggiore fra i residenti in strutture per ospiti non autosufficienti: 21,4% (IC95% 14,9-27,9) contro il 9,5% (IC95% 4,7-14,3) dei residenti in strutture per autosufficienti. I coefficienti di correlazione intracluster (CCI) e i relativi errori standard (ES) per le variabili «stato nutrizionale normale», «rischio di malnutrizione» e «cattivo stato di nutrizione » sono rispettivamente 0,19 (0,05); 0,02 (0,03); 0,05 (0,04).
CONCLUSIONE
: la prevalenza di malnutrizione e di rischio di malnutrizione nelle strutture residenziali per anziani in provincia di Trieste risulta in linea con la letteratura. L’adozione sistematica dello screening nutrizionale, con la supervisione e il supporto dei dipartimenti di prevenzione, consentirebbe l’adozione tempestiva di interventi preventivi e terapeutici mirati.





epiprev.it Epidemiologia & Prevenzione
0