Epidemiologia&Prevenzione 2013, 37 (6) novembre-dicembre

Studio di mortalità in una coorte di esposti a metalli nel comparto galvanotecnica del territorio di Bologna

Alberto Gerosa, Corrado Scarnato, Giuseppe Giacomozzi, Angelo d'Errico

OBIETTIVO: studiare la mortalità generale e per cause specifiche di lavoratori esposti a vari metalli e altre sostanze nel comparto galvaniche in Provincia di Bologna.

MATERIALI E METODI: dai libri matricola delle 90 aziende presenti nel 1995 sono stati raccolti i dati sugli addetti potenzialmente esposti alle lavorazioni presenti nel ciclo delle galvaniche per costituire la coorte di lavoratori di cui osservare la mortalità, denominata “rivista”. Un’ulteriore coorte, denominata “finale”, è stata formata dai soggetti con almeno 1 anno di esposizione. Il follow-up è iniziato nel 1960 ed è terminato nel 2008. Il confronto è stato condotto con la popolazione dell’Emilia-Romagna.

RISULTATI: il follow-up è completo al 99%. Si sono avuti 533 decessi su 2.983 soggetti nella coorte rivista e 317 su 1.739 nella coorte finale. Si sono ottenuti rapporti standardizzati di mortalità (RSM) significativamente in eccesso per la mortalità per tutte le cause e per AIDS nella coorte rivista e per tumori alla vescica e all’intestino retto in entrambe le coorti.

CONCLUSIONI: a conoscenza degli autori, questo è lo studio di mortalità più esteso per dimensione e per tempo di follow-up eseguito in Italia sui lavoratori dell’industria galvanica. La presenza di eccessi per cause di morte raramente riscontrati in altri studi indica che sono necessari ulteriori approfondimenti.

epiprev.it Epidemiologia & Prevenzione
0