Epidemiologia&Prevenzione 2016, 40 (2) marzo-aprile Suppl. 1

Gli effetti sulla salute del sisma dell’Aquila del 2009

Paolo Stratta, Maria Cristina Rossetti, Vittorio di Michele, Alessandro Rossi

INTRODUZIONE: un terremoto di magnitudo 6,3 ha colpito la città e la provincia dell’Aquila il 6 aprile 2009. Circa 100.000 edifici sono stati danneggiati, 1.600 persone sono rimaste ferite e 309 sono decedute; 66.000 persone sono rimaste senza casa a seguito del disastro. Gli studi eseguiti sulle conseguenze di questo evento sismico sono stati numerosi, anche più di quelli pubblicati in occasione di altri eventi del genere in Italia.
DISEGNO, SETTING E PARTECIPANTI: questo articolo costituisce un’analisi ragionata dei 56 articoli selezionati riguardanti le conseguenze sulla salute mentale, psicologica e fisica delle persone che vivono nella zona colpita dal sisma. Ricerche sistematiche multiple sono state effettuate utilizzando Embase, MedLine, Current Contents, Web of Science, PsycINFO con periodo di riferimento aprile 2009-agosto 2015. Una ricerca completa in Internet è stata anche eseguita utilizzando Google e Google Scholar e, quando necessario, sono stati contattati gli autori. La ricerca ha riguardato anche le bibliografie degli articoli. Sono stati selezionati tutti gli articoli che soddisfacevano i criteri della ricerca utilizzando come parole chiave «L’Aquila » e/o «terremoto».
RISULTATI: nella categoria degli studi condotti sulla popolazione generale sono stati inclusi 23 articoli, di questi 14 condotti su una popolazione adulta (>18 anni) e 9 su adolescenti/ studenti degli ultimi anni delle scuole superiori. Tutti gli studi selezionati risultavano condotti su campioni di convenienza. Gli studi relativi a campioni clinici con disturbi psichici sono 13, mentre 16 studi sono stati inseriti nella categoria delle condizioni mediche e parafisiologiche. Gli studi inclusi nella sezione sull’ideazione e comportamenti suicidari sono 3. Infine, un solo articolo riguarda lo studio del comportamento umano e animale. Gli studi inclusi mostrano che gruppi di popolazione diversi sono caratterizzati da specifiche modalità di risposta al trauma, con differenti interazioni del rischio e dei fattori protettivi.
CONCLUSIONI: gli studi esaminati suggeriscono che gli effetti del terremoto sulla salute sono modulati dalla presenza, dalla combinazione e dall’intensità di fattori di rischio e di protezione che agiscono su specifici sottogruppi di popolazione.

epiprev.it Epidemiologia & Prevenzione
0