rubrica
Epidemiol Prev 2016; 40 (5): 381-381
DOI: https://doi.org/10.19191/EP16.5.P381.113

Il livello di istruzione influenza il ricorso all’isterectomia in Italia (dati PASSI, 2008-2015)

Educational level influences the use of hysterectomy in Italy (data from PASSI survey, 2008-2015)

  • Valentina Minardi1

  • Valentina Possenti1

  • Maria Masocco1

  • Elisa Quarchioni1

  • Gianluigi Ferrante1

  • Stefania Salmaso1

  • Fabio Parazzini2

  • Paolo D’Argenio3

  • Gruppo Tecnico PASSI4

  1. Centro nazionale per l’epidemiologia, la sorveglianza e la promozione della salute (CNESPS), Istituto superiore di sanità, Roma
  2. Dipartimento di scienze cliniche e di comunità, Università degli Studi di Milano
  3. Gruppo tecnico PASSI
  4. www.epicentro.iss.it/passi
Redazione E&P -

  • Se sei abbonato scarica il PDF nella colonna in alto a destra
  • Se non sei abbonato ti invitiamo ad abbonarti online cliccando qui
  • Se vuoi acquistare solo questo articolo scrivi a: abbonamenti@inferenze.it (20 euro)


Scarica la versione estesa

La prevalenza di donne sottoposte a isterectomia passa dallo 0,6% nella fascia d’età 40-44 anni al 6,6% nella fascia 60-64 anni. A parità di età e di condizioni economiche, il rischio di aver subito un’isterectomia è doppio tra le donne con nessun titolo di studio o con licenza elementare rispetto alle donne laureate. Significative differenze in eccesso sono state riscontrate anche a carico delle donne straniere rispetto alle italiane, e delle donne non occupate rispetto a quelle con un lavoro, anche precario.

L’isterectomia, un intervento importante per frequenza e possibilità di complicanze, è considerata tra i trattamenti a rischio di uso inappropriato, perché caratterizzata da tassi altamente variabili tra Paesi diversi, tra aree nello stesso Paese, tra ospedali, nel tempo e per stato sociale.

I dati PASSI 2008-2015 mostrano che la prevalenza di donne che hanno subito un’isterectomia è associata al livello di istruzione. Si ritiene che la decisione di effettuare l’intervento sia influenzata soprattutto dalle preferenze del ginecologo e dalla disponibilità della donna a sperimentare trattamenti alternativi. Protocolli e criteri evidence-based potrebbero ridurre la variabilità non attribuibile a cause mediche.

Grafico

Tasso di donne sottoposte a isterectomia, per condizioni socioeconomiche*

*102.000 donne tra 25 e 64 anni intervistate nel periodo 2008-2015 riguardo allo screening per la cervice uterina hanno dichiarato di non aver mai effettuato un test, poiché avevano subito un’isterectomia parziale o totale in passato. 

 


Inserisci il tuo commento

L'indirizzo mail è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Refresh Type the characters you see in this picture. Type the characters you see in the picture; if you can't read them, submit the form and a new image will be generated. Not case sensitive.  Switch to audio verification.