Norme per gli autori

Che cosa pubblica E&P

La rivista Epidemiologia & Prevenzione pubblica testi su temi riguardanti i due termini che ne definiscono la testata: ricerca epidemiologica e studio degli interventi per la prevenzione e la sanità pubblica.

Le sezioni della rivista

Le sezioni della rivista comprendono editoriali, articoli originali, interventi, inchieste, notizie, rassegne (comprese “guide alla lettura” su argomenti considerati rilevanti), recensioni, “strumenti e metodi”, lettere alla rivista e rubriche.

Lettere alla redazione vengono sottoposte alla rivista spontaneamente dagli autori.

Articoli originali vengono sottoposti alla rivista spontaneamente dagli autori.  

Interventi e rassegne possono essere sottoposti dagli autori oppure commissionati dalla rivista.

Editoriali, inchieste, notizie, recensioni, “strumenti e metodi” sono discussi dal Consiglio di direzione ed eventualmente commissionati a soggetti esterni allo stesso. Sono graditi suggerimenti e proposte da parte dei lettori.

“Voci in movimento”: due pagine dei numeri della rivista (10.000 battute spazi compresi) sono a disposizione di testi prodotti da gruppi di cittadini interessati a questioni di salute pubblica. I testi vengono rivisti in redazione.

Sono altresì gradite segnalazioni di problemi di ordine etico nella conduzione di attività epidemiologiche o preventive, da proporre ai lettori per discussione.

Norme redazionali

Il testo degli Articoli non deve superare le 25.000 battute, spazi inclusi, oltre alla bibliografia e un massimo di 6 unità tra figure, grafici e tabelle.

l testo degli Interventi non deve superare le 15.000 battute, spazi inclusi.

Lettere alla redazione, salvo giustificazioni, debbono essere contenute in 2500 battute spazi inclusi.

I testi devono essere redatti in lingua italiana.

La sottomissione di testi di maggiore lunghezza e/o di testi in altra lingua deve essere corredata da una giustificazione della deroga da questi criteri.

La pubblicabilità di articoli originali, interventi e rassegne viene decisa dalla Direzione della Rivista sulla base del parere di revisori esterni.

Come scrivere, strutturare e sottoporre i testi

  • Indicare per esteso nome e cognome di ciascun autore
  • Indicare l’ente di appartenenza di ciascun autore. Non utilizzare acronimi
  • Riportare l'indirizzo completo dell’autore per corrispondenza
  • Titolo dell’articolo in italiano e in inglese
  • Riassunto in italiano e in inglese (vedi istruzioni sotto)
  • Parole chiave (da 3 a 5), in italiano e in inglese
  • Tabelle e figure dovranno avere le didascalie in italiano e in inglese
  • I file delle figure dovranno essere inviate in formato immagine in alta qualità (tif, jpg, eps, xls eccetera). Se importati in Word, si dovrà allegare ANCHE il file originale.

I riassunti degli articoli originali dovranno essere strutturati come segue:

Obiettivi Objectives
Disegno Design
Setting e partecipanti Setting and participants
Principali misure di outcome Main outcome measures
Risultati Results
Conclusione Conclusion

I riassunti delle rassegne e degli interventi potranno essere redatti in forma discorsiva.

I riassunti devono essere redatti in italiano e in inglese. La versione inglese del riassunto, nella forma pubblicata sulla rivista, sarà inviata a Pubmed.

Importante

  • Il testo di articoli originali e rassegne dovrà essere corredato da due box formati ognuno di 2-3 frasi molto sintetiche sotto i titoli “Cosa si sapeva già” e “Cosa si aggiunge di nuovo”
  • L'unione dei testi di “Cosa si sapeva già”, “Cosa si aggiunge di nuovo” e dell'Abstract in italiano NON deve superare le 2700 battute spazi inclusi.

Bibliografia

Deve essere numerata in ordine di citazione nel testo, con numero posto in apice dopo la punteggiatura (in Word è preferibile non utilizzare la numerazione automatica).

Seguire le norme adottata dalla US National Library of Medicine, secondo lo stile di Vancouver https://web.library.uq.edu.au/files/430/filename.pdf

Ogni citazione di articolo deve includere:
i cognomi di tutti gli autori seguiti dalle iniziali dei nomi (se non sono più di sei), se gli autori sono più di sei, citare solo i primi tre e aggiungere “et al”;
titolo del lavoro;
titolo del periodico abbreviato, anno, volume, fascicolo, pagina iniziale e finale.

Citazioni di libri o capitoli o articoli in libri devono includere nome (o nomi) dell’autore/autori, titolo del lavoro, nomi degli editor, titolo del libro, luogo di edizione, casa editrice, data edizione, numero del volume, pagina iniziale e finale del capitolo o articolo.

Esempi:

  • (periodico) Vangen S, Stoltenberg C, Skjaerven R et al. The heavier the better? Birthweight and perinatal mortality in different ethnic groups. Int J Epidemiol 2002; 31(3): 654-60.
  • (libro) Carli C. Titolo titolo titolo. New York, Academic Press, 1969.
  • (capitolo contenuto in un libro) Gorbo P. Metodi di misura. In: Carli C, Fubini R (eds). Titolo titolo titolo. New York, Academic Press, 1985.

 

Per chiarimenti contattare la redazione:
tel. 0331 482187;
email epiprev(at)inferenze.it

Modalità di pubblicazione

La rivista cartacea ospita solo gli abstract degli articoli scientifici, la cui versione integrale è pubblicata sul sito sotto forma di pdf scaricabile.

Gennaio 2011 (aggiornato a settembre 2014)