intervento
Epidemiol Prev 2010; 34 (5-6): 72-74

Il contributo dell’epidemiologia italiana alla ricerca europea in ambito di screening oncologici

Contributions of Italian Epidemiology to European Research in the field of oncological screening

  • Marco Zappa1

  • Nereo Segnan2

  1. Cancer Prevention and Research Institute (ISPO) Florence, Italy
  2. Center for Oncological Prevention (CPO Piemonte) Turin, Italy
Nereo Segnan -

Riassunto:

Secondo una survey condotta all’interno della comunità europea nel 20071 sono stati 11.606.000 gli screening mammografici, 11.639.000 quelli colorettali e 31.525.000 quelli cervicali. I programmi di screening organizzato si stanno dunque sviluppando in tutta Europa, diventando parte integrante dei programmi di sanità pubblica; anche i Paesi entrati di recente nella EU si stanno impegnando per adeguarsi alle direttive sullo screening.


  • Se sei abbonato scarica il PDF nella colonna in alto a destra
  • Se non sei abbonato ti invitiamo ad abbonarti online cliccando qui
  • Se vuoi acquistare solo questo articolo scrivi a: abbonamenti@inferenze.it (20 euro)