intervento
Epidemiol Prev 2010; 34 (5-6): 47-51

Diffusione delle leggi anti-fumo in Europa: il contributo dell’Italia e della Spagna

The epidemics of smoking bans in Europe: contributions of Italy and Spain

  • Giuseppe Gorini1

  • Maria José Lopez2

  • Francesco Barone-Aldesi3

  • Esteve Fernandez4

  1. Environmental & Occupational Epidemiology Unit, ISPO Cancer Prevention & Research Institute, Florence, Italy
  2. Agència de Salut Pública de Barcelona and CIBER de Epidemiología y Salud Pública, Barcelona, Spain
  3. Cancer Epidemiology Unit, Department of Human Oncology and Biomedical Sciences, University of Turin, Italy
  4. Tobacco Control Unit, Cancer Prevention and Control Programme, Institut Català d’Oncologia-IDIBELL and Department of Clinical Sciences, School of Medicine, Universitat de Barcelona, Spain
Giuseppe Gorini -

Riassunto:

Due eventi hanno preceduto la diffusione delle leggi nazionali di divieto di fumo in Europa: nell’estate 2002 l’Agenzia per la ricerca sul cancro (IARC) ha classificato il fumo passivo (FP) cancerogenocerto perl’uomo;1 nel maggio2003l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha adottato la Convenzione quadro per il controllo del tabacco (FCTC), il primo trattato mondiale di sanità pubblica per lo sviluppo di una strategia normativa globale per ridurre il tabagismo, tra cui anche leggi per ambienti liberi da fumo.2


  • Se sei abbonato scarica il PDF nella colonna in alto a destra
  • Se non sei abbonato ti invitiamo ad abbonarti online cliccando qui
  • Se vuoi acquistare solo questo articolo scrivi a: abbonamenti@inferenze.it (20 euro)