supplemento
Epidemiol Prev 2016; 40 (5): 10-16

I fattori causali documentati o sospetti nell’eziologia dei tumori infantili

Documented and suspected risk factors for childhood cancer aetiology

  • Corrado Magnani1

  • Lucia Miligi2

  • Stefano Parodi3

  1. Unità di epidemiologia dei tumori, Dipartimento di medicina traslazionale, Università del Piemonte Orientale e CPO Piemonte, Novara
  2. SS di epidemiologia dell’ambiente e del lavoro, Istituto per lo studio e la prevenzione oncologica (ISPO), Firenze
  3. Istituto di elettronica e di ingegneria dell’informazione e delle telecomunicazioni, Consiglio nazionale delle ricerche, Genova
Lucia Miligi -

Scarica l'articolo Free FULL TEXT

Il presente articolo illustra un aggiornamento sui fattori di rischio per i tumori infantili basato su precedenti rassegne pubblicate su Epidemiologia&Prevenzione e sulle valutazioni delle monografie dell’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro (IARC). Evidenze certe di cancerogenicità sono disponibili per le radiazioni ionizzanti sia nel bambino sia nell’adulto. Inoltre, sono disponibili dati relativi ai tumori infantili per alcuni agenti valutati con evidenze certe di cancerogenicità, quali fumo di tabacco, solventi e altri agenti chimici, alcune esposizioni lavorative dei genitori e alcuni virus (virus dell’immunodeficienza umana – HIV, virus di Epstein- Barr – EBV). Le evidenze di associazione con i tumori infantili sono incerte per molti dei possibili fattori considerati in letteratura, ma le indicazioni disponibili consentono comunque di adottare un atteggiamento prudenziale di riduzione dell’esposizione. Le evidenze disponibili possono fornire un supporto utile per la valutazione della possibile relazione causale di cluster di malattia.

Parole chiave: tumori infantili, cancerogeno, radiazioni ionizzanti e non ionizzanti, agenti chimici, agenti biologici

We present an updated summary on risk factors for childhood malignancies, following to previous reviews published on Epidemiologia&Prevenzione and largely based on the monographs of the International Agency for Research on Cancer (IARC). Ionizing radiations are certain carcinogens, with evidence in humans, from studies both on children and on adults. Evidence specifically regarding childhood cancers is available also for other carcinogens, such as tobacco smoking, some solvents, some occupational activities of parents, and some viruses (HIV and EBV). For most carcinogens, information specifically regarding childhood cancer risks is limited, but it is enough to suggest the reduction of exposure, according to a precautionary approach. Available evidence can be helpful in evaluating reports of possible clusters of disease and the association with putative causes.

Keywords: childhood cancers, carcinogenic, ionizing and non-ionizing radiations, chemical agents, biological agents