I commenti più recenti

Massimo de Franchi (non verificato)
27/01/2013 - 10:39am

Non ho potuto leggere l'articolo, allora cosa commento?

Massimo de Franchi (non verificato)
27/01/2013 - 10:32am

Sto assistendo in questi due giorni ad alcune iniziative sulla questione dell'arsenico nelle nostre acque, fino a ieri potabili e d oggi dichiarate non potabili per l'uso umano. Inizio dicendo che la dichiarazione dell'UE assomiglia a lle antiche scomuniche dei papi, rendendo cosi i popoli responsabili degli errori dei loro governanti. Mi sembra assurdo e fuori della logica di un responsabile...

Massimo de Franchi (non verificato)
27/01/2013 - 10:32am

Sto assistendo in questi due giorni ad alcune iniziative sulla questione dell'arsenico nelle nostre acque, fino a ieri potabili e d oggi dichiarate non potabili per l'uso umano. Inizio dicendo che la dichiarazione dell'UE assomiglia a lle antiche scomuniche dei papi, rendendo cosi i popoli responsabili degli errori dei loro governanti. Mi sembra assurdo e fuori della logica di un responsabile...

gianluigi cesari (non verificato)
26/01/2013 - 6:31pm
ILVA: per saperne di più

salve,
in particalore mi riferisco alle considerazioni riportate sui lavoratori in quanto se di emergenza dobbiamo parlare questa deve partire dall'osservazione di chi ci lavora; una percentuale del "(+135%)" per il tumore della pleura" non significa niente se non specificate i numeri assoluti (stiamo parlando di persone non di tassi di interessi usurai). scienziati poi che per...

gianluigi cesari (non verificato)
26/01/2013 - 6:30pm
ILVA: per saperne di più

salve,
in particalore mi riferisco alle considerazioni riportate sui lavoratori in quanto se di emergenza dobbiamo parlare questa deve partire dall'osservazione di chi ci lavora; una percentuale del "(+135%)" per il tumore della pleura" non significa niente se non specificate i numeri assoluti (stiamo parlando di persone non di tassi di interessi usurai). scienziati poi che per...

arpam
02/11/2012 - 10:49am

Ho seguito con interesse la proposta di sottoporre a peer review le perizie, fermo restando la necessità della peer review per la pubblicazione delle stesse, la cosa mi lascia abbastanza perplesso. In particolare mi preoccupa il fatto che la peer review non ha tempi ed esiti certi e che quindi l'attesa possa essere di ostacolo alle eventuali azioni di messa in sicurezza che la magistratura...

Anonimo
19/10/2012 - 8:44am

Carissimi, prendendo spunto dalla importantissima esperienza di Taranto penso che potrebbe essere di grande aiuto per molti di noi, residenti in regioni con SIN, disporre di linee guida metodologiche, almeno orientative, per poter affrontare o attrezzarci per affrontare in futuro le richieste di valutazioni epidemiologiche che ci vengono dal territorio e dalla P.A..
Ritengo che potrebbe...

Lamberto Manzoli (non verificato)
16/10/2012 - 3:57am

Mi congratulo con il Dr. Federici per la sua analisi e gli spunti di riflessione, assolutamente necessari alla luce del distacco che appare crescente tra la ricerca e la corretta attuazione dei risultati della stessa.
Oltre all'esempio citato, si potrebbe allargare il discorso allo screening mammografico e ad altri temi ancora.
Mai come in questi anni è opportuno cercare di...

Eugenio Paci (non verificato)
13/10/2012 - 11:05am

Il commento di Salvatori pone una questione importante. Dobbiamo evitare le spiegazioni semplicistiche, in cui tutto viene spiegato da qualche interesse, più o meno colluso. Gli interessi ci sono su questa come su tante altre questioni, ma il cui prodest penso ci nasconda la complessità della questione e ostacoli la capacità di intervenire. In ambito scientifico il caso Climate Change non è...

Giorgio Salvatori (non verificato)
01/10/2012 - 7:53pm

Per anni ho letto l'Economist, rivista che per molti versi mi appare seria ma che, sui fenomeni climatici, si è sempre mostrata, stranamente, scettica.
Con un punto, però, a mio parere debole: per sostenere le sue tesi negazioniste in materia ambientale si rifaceva quasi sempre ed esclusivamente a pareri di Biorn Lomborg. Il quale, prima fu ambientalista convinto, poi divenne...

valerio.gennaro@istge.it (non verificato)
27/09/2012 - 2:12pm

Il comunicato AIE è sicuramente condivisibile.

Aggiungerei una nota per quanto riguarda il coraggio ma anche l'assenza di tempestività, sistematicità ed efficacia dell'azione di controllo delle varie amministrazioni nel corso degli anni.

Ringrazierei anche i cittadini, le associazioni ed i tecnici che in questi anni hanno lavorato sodo affinché questo problema etico, ambientale...

saracino giuseppe (non verificato)
26/09/2012 - 4:54pm
ILVA: per saperne di più

Sono stato Amm. Unico della soc. GECOM srl ho incontrato la d. VIGOTTI al tempo delle relazioni di inquinamento del com di TARANTO anche i dati da noi forniti sono serviti a chi deve spiegare tanti fenomeni incomprensibili alla gente comune. Sono contento che sia partita questa azione.
La mia paura è che il proprietario venda tutto il vendibile e lasci il resto a mortificare il...

Massimo Baffoni (non verificato)
13/09/2012 - 10:38am

In questo periodo di crisi le regioni impongono una drastica diminuzione dei posti letto, ma non considerano i volumi di attività delle varie U.O. Questo credo sia folle, anche nell'ottica della tanto invocata efficacia delle cure. Poi come la mettiamo per valutare i posti letto indistinti?
Spesso noi dipendenti del SSN siamo chiamati nel nucleo valutativo per le case di cura private...

battistella
13/09/2012 - 10:34am

In rete ho trovato questa intervista: http://www.youtube.com/watch?v=fmpBI7FH4Q4.

L'avvocato Francesca Fragale dice "Abbiamo presentato un esposto affinché la Procura verifichi se esista o meno un nesso di causalità materiale tra l'insorgenza NUMEROLOGICA di tot casi di patologie...

Diego Serraino (non verificato)
05/09/2012 - 2:32pm

Mi riallaccio alla riflessione di Giuseppe Costa per mettere a fuoco alcuni aspetti della perizia a me poco chiari:
1) intervalli di confidenza all'80% o al 90%: perchè nella parte delle malattie acute non sono stati usati gli IC al 95%? Poichè sia nel caso dell'IC all'80% che del 90% alcune volte il limite inferiore è di poco superiore all'unità, si potrebbe pensare ad un uso...

Giuseppe Mastrangelo (non verificato)
23/08/2012 - 1:03pm

Lo spazio messo a disposizione consente di esprimere un parere solo sull’associazione tra inquinamento atmosferico da polveri sottili (PM10) di origine industriale e mortalità per specifiche cause nei quartieri di Taranto e nei Comuni vicini.

Le tabelle 9 e 10 della perizia Forastiere-Biggeri-Triassi (pp. 119-20) mostrano nei maschi e nelle femmine, rispettivamente, il rischio di...

Annunziata Faustini (non verificato)
14/08/2012 - 4:07pm

Il primato della politica è per le persone della mia generazione un principio irrinunciabile; forse è per questo che la sua negazione da parte delle forze politiche e delle istituzioni dello Stato diventa insopportabile.
E’ quello che si sta verificando a Taranto, dove governo e partiti (ma anche i sindacati) levano la voce a sostenere che i magistrati debbano ispirarsi a criteri di...

Paolo Lauriola (non verificato)
10/08/2012 - 10:26am

Ho partecipato al Workshop che si è svolto a Taranto 23 - 24 luglio 2012 sul tema “Valutazione economica degli effetti sanitari dell’inquinamento atmosferico : la metodologia dell’EEA”
Aldilà degli specifici contenuti, questo incontro è stato per me particolarmente interessante per diverse ragioni . Di fronte ad un problema evidentemente enorme come quello dell’ILVA, con le sue...

Orlando Paciello (non verificato)
10/08/2012 - 12:49am

Con molto interesse e piacere partecipo alla discussione sulla Legge riguardante la Valutazione del Danno Sanitario (VDS) approvata recentemente dalla Regione Puglia, stimolato da Liliana Cori.
La legge in oggetto rappresenta un risvolto molto importante nella legislazione ambientale, ma si evidenziano ancora delle grandi mancanze legate all’inconsapevolezza che le “questioni”...

Aldo Minerba e Antonella Mincuzzi Statistica Epidem ASLTA (non verificato)
09/08/2012 - 1:30pm

Il cambiamento epocale è reale e lo stiamo vivendo sulla nostra pelle ormai da alcuni mesi. E’ vero altresì che la voce dell’epidemiologia locale è spesso inascoltata; nelle aree a rischio pugliesi (Brindisi, Taranto ed anche Lecce) non sono recenti le valutazioni che denunciano l’eccesso di mortalità per tutti i tumori, ca polmonare, mesotelioma pleurico ecc… bensì risalgono ormai ad una...