editoriale
Epidemiol Prev 2017; 41 (5-6): 223-224
DOI: https://doi.org/10.19191/EP17.5-6.P223.074

Curare la mente fa bene al cuore

Treating the mind is good for the heart

  • Alessandra Gorini1

  • Laura Vergani2

  • Elena Tremoli3

  1. Dipartimento di oncologia ed emato-oncologia, Università degli Studi di Milano; alessandra.gorini@unimi.it
  2. Dipartimento di oncologia ed emato-oncologia, Università degli Studi di Milano
  3. Centro cardiologico monzino, IRCCS, Milano

Riassunto:

La depressione e le malattie cardiovascolari sono oggi due delle patologie più diffuse nei Paesi industrializzati. Oltre ad avere basi patofisiologiche comuni, esse si manifestano spesso in comorbidità, a dimostrazione del fatto che il legame cuore-cervello non può più essere considerato una mera speculazione teorica. Numerosi dati empirici e clinici, infatti, mostrano che forti distress emotivi derivanti da stress acuti o cronici oppure dalla presenza di conclamate patologie mentali sono comunemente associati a un elevato rischio di sviluppare una patologia cardiovascolare e a un aumento dell’incidenza di ricadute e del tasso di mortalità in presenza di patologia cardiaca.


  • Se sei abbonato scarica il PDF nella colonna in alto a destra
  • Se non sei abbonato ti invitiamo ad abbonarti online cliccando qui
  • Se vuoi acquistare solo questo articolo scrivi a: abbonamenti@inferenze.it (20 euro)

Inserisci il tuo commento

L'indirizzo mail è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Refresh Type the characters you see in this picture. Type the characters you see in the picture; if you can't read them, submit the form and a new image will be generated. Not case sensitive.  Switch to audio verification.