attualita
Epidemiol Prev 2016; 40 (5): 277-278
DOI: https://doi.org/10.19191/EP16.5.P277.101

L’esperienza del progetto “Life+ HIA21” ad Arezzo nell’ambito di una valutazione di impatto sulla salute partecipata

The experience of the “Life+ HIA21” project in Arezzo (Tuscany Region, Central Italy) within a participatory health impact assessment

  • Nunzia Linzalone1

  • Fabrizio Bianchi1

  • Gruppo di lavoro HIA212

  1. Istituto di fisiologia clinica, Consiglio nazionale delle ricerche (CNR), Pisa
  2. Istituto di fisiologia clinica, Consiglio nazionale delle ricerche: Liliana Cori, Fabrizio Minichilli, Rosanna Panini, Anna Pierini, Anna Romanelli; Fondazione Mario Negri Sud: Tommaso Pagliani, Marcello Desiderio, Stefania Caporale; ARPA Emilia-Romagna: Paolo Lauriola, Meri Scaringi; ISDE Arezzo: Roberto Romizi, Silvia Caruso; Coordinamento nazionale Agenda 21: Daniela Luise, Maria Elisa Zuppiroli; ASL 8 Arezzo: Domenico Sallese, Maria Teresa Maurello.

Riassunto:

Le scelte che riguardano la gestione dei rifiuti devono essere condivise con tutti gli attori locali e con la cittadinanza per arrivare a costruire una consapevolezza collettiva dei problemi e delle possibili soluzioni in modo da minimizzare gli impatti negativi sulla salute. Questa è la conclusione del progetto triennale “Life+ HIA21”, finalizzato a supportare decisioni evidence-based sulla gestione dei rifiuti urbani, con due casi studio a Lanciano e ad Arezzo, riferiti rispettivamente al trattamento in discarica e allo smaltimento presso inceneritore.


  • Se sei abbonato scarica il PDF nella colonna in alto a destra
  • Se non sei abbonato ti invitiamo ad abbonarti online cliccando qui
  • Se vuoi acquistare solo questo articolo scrivi a: abbonamenti@inferenze.it (20 euro)

Inserisci il tuo commento

L'indirizzo mail è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
CAPTCHA
Riporta le lettere mostrate nel riquadro senza spazi. Non c'è differenza tra maiuscole e minuscole.
e
K
6
w
z
Non inserire spazi. E' indifferente l'uso del maiuscolo/minuscolo