articolo scientifico
Epidemiol Prev 2012; 36 (2): 88-94

Risultati e valutazione economica del triage con ricerca dell’HPV ad alto rischio nello screening dei tumori cervicali. Uno studio pilota in Piemonte

Results and cost evaluation of triage with high risk HPV test in cervical cancer screening. A pilot study in Piedmont (North-West Italy)

  • Corrado Magnani1

  • Anna Gillio Tos2

  • Laura De Marco2

  • Maria Calvia3

  • Angela Cipelletti4

  • Piero Bestagini4

  • Eva Pagano2

  • Nereo Segnan3

  • Guglielmo Ronco3

  1. SCDU epidemiologia dei tumori, CPO Piemonte, AOU Maggiore di Novara e Università del Piemonte orientale, Novara
  2. SCDU epidemiologia dei tumori, CPO Piemonte, CERMS, AOU S. Giovanni Battista e Università di Torino, Torino
  3. SC epidemiologia dei tumori 2, CPO Piemonte, AOU S. Giovanni Battista, Torino
  4. Unità organizzazione e valutazione screening - UVOS, ASL Novara, Novara
Corrado Magnani -

Cosa si sapeva già

  • L’infezione da HPV ad alto rischio è causa necessaria del carcinoma della cervice, per cui la ricerca dell’HPV è stata proposta sia quale test primario di screening sia quale triage per l’invio in colposcopia dopo Pap test positivo. Diverse indagini suggeriscono l’utilità del triage dopo citologia ASC-US. Uno studio ha ipotizzato l’utilità di estendere il triage anche dopo citologia LSIL per le donne oltre 35 anni ma è necessaria una verifica poiché i risultati presentati in letteratura sono contrastanti. Sono carenti le valutazioni sistematiche di modalità di attuazione e risultati  del triage. Inoltre mancano valutazioni economiche recenti in Italia.

Cosa si aggiunge di nuovo

 

  • Introdurre il test di triage nel protocollo di screening per i tumori della cervice è possibile, comporta un impegno organizzativo compatibile con le risorse normalmente disponibili e  non influisce sulla partecipazione. Il costo è compensato dal risparmio per la riduzione delle colposcopie, per cui la convenienza economica dipende dalla prevalenza di test HPV positivi. Se il triage è limitato alle donne con esito ASC-US, la procedura è conveniente, mentre se viene proposto anche dopo esito LSIL la prevalenza di test HPV positivi è troppo elevata per ottenere una riduzione del costo, anche tra le donne oltre 35 anni.

Riassunto:

Obiettivo: l’infezione da HPV ad alto rischio è causa necessaria del carcinoma della cervice, per cui il test HPV è stato proposto sia quale test primario di screening sia quale test di triage per l’invio in colposcopia. L’utilità del triage è documentata dopo citologia ASC-US ed è stata suggerita dopo citologia LSIL per le donne oltre 35 anni, ma le valutazioni sono discordanti.Viene presentato uno studio pilota sul triage con test HPV nello screening per i tumori della cervice uterina, con valutazione dell’adesione, del valore predittivo e dei costi, separatamente per  citologia ASC-US e LSIL.
Disegno: il test è stato offerto alle donne con citologia ASC-US e LSIL (oltre 35 anni) a integrazione del protocollo di screening Prevenzione Serena. Il test è stato analizzato in un laboratorio centralizzato. Le donne con test positivo sono state invitate a effettuare colposcopia, le restanti saranno invitate a scadenza.
Setting e partecipanti:
dipartimento di screening delle ASL Novara e Verbano-Cusio-Ossola, per un anno. Nel periodo erano eleggibili per il triage 153 donne.
Principali misure di outcome: adesione al triage, risultato del test HPV, costo.
Risultati: l’’adesione è stata del 92,5%, con il 66,9% di test positivi (52,8% tra ASC-US e 82,8% tra LSIL). La proporzione di CIN2+ tra i test HPV+ era 9,4% dopo ASC-US e 17,1% dopo LSIL.
L’analisi dei costi non indica differenze rilevanti tra il protocollo con triage HPV esteso ad ASC-US e LSIL e quello tradizionale. Emerge invece una netta convenienza (risparmio del 14,85% per partecipante) quando il triage HPV è limitato alla citologia ASC-US.
Conclusione: introdurre il triage HPV nello screening per i tumori della cervice è possibile, senza riduzione dell’adesione. Il costo dipende dalla prevalenza di test HPV positivi tra le donne invitate a triage, che può essere sufficientemente bassa solo tra le donne con citologia ASC-US. Tra le donne con citologia LSIL, anche oltre 35 anni, la prevalenza di test HPV positivi è troppo elevata per rendere economicamente conveniente la procedura.

Abstract:

Objective: causal relation between high risk Papilloma virus and cervical carcinoma is definitely ascertained. HPV test is suggested both as primary screening test and as triage test for selecting women who should undergo colposcopy examination. Evidence is clear for triage after ASC-US cytology. A recent study suggested the implementation after LSIL cytology in women 35 or older but the issue is controversial. We present a pilot study on the implementation of HPV test triage in the framework of cervical cancer screening. The study was conducted in respect to: participation, predictive value, and cost analysis, separately for ASC-US and LSIL cytology.
Design: HPV test was offered to women with Pap test result ASC-US or LSIL (35 and over), as an add-on to the “Prevenzione serena Screening Program” protocol. All samples were analyzed in the same specialized laboratory. HPV positive women were invited to colposcopy, negative will be invited at the scheduled interval for negative screening tests.
Setting and participants: Piedmont (NW Italy), LHAs of Novara and Verbano. In the 1-year study period 15,614 Pap tests were performed: 153 women were eligible for the triage.
Main outcome measures: Participation at HPV test, HPV test results, costs.
Results: ninety two percent of women invited to HPV test actually participated: 66.9% of them were positive (52.8% after ASC-US and 82.8% after LSIL). Regarding colposcopy and histological results, CIN2+ were 9.4% of positive HPV tests in ASC-US group and 17.1% in LSIL group. Cost analysis showed limited differences between triage (offered after ASC-US and LSIL cytology) and traditional protocol. Triage is economically convenient when limited to women with ASC-US cytology.
Conclusion: the pilot study demonstrated the feasibility of adding a triage phase with HPV test in cervical cancer screening protocol. Additional cost is balanced by the saving due to the reduction in the number of colposcopy exams: the process is economically convenient when limited to women with ASC-US cytology. When extended to LSIL cytology the marginal cost increases because of the higher prevalence of HPV positive results and total cost of triage with HPV test is close to the cost of immediate colposcopy referral.


  • Se sei abbonato scarica il PDF nella colonna in alto a destra
  • Se non sei abbonato ti invitiamo ad abbonarti online cliccando qui
  • Se vuoi acquistare solo questo articolo scrivi a: abbonamenti@inferenze.it (20 euro)

Inserisci il tuo commento

L'indirizzo mail è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Refresh Type the characters you see in this picture. Type the characters you see in the picture; if you can't read them, submit the form and a new image will be generated. Not case sensitive.  Switch to audio verification.