articolo scientifico
Epidemiol Prev 2017; 41 (5-6): 256-260
DOI: https://doi.org/10.19191/EP17.5-6.P256.086

La tubercolosi a Prato nel periodo 2007-2014

Tuberculosis in Prato (Tuscany Region, Central Italy) in the period 2007-2014

  • Irene Bellini1

  • Sara Pugi2

  • Carolina Degl'Innocenti3

  • Annalisa Roselli4

  • Davide Biagiotti5

  • Luana Paliaga6

  • Cristiana Berti6

  • Vanna Margheri5

  • Luigi Ricci6

  • Antonino Nastasi7

  1. Agenzia regionale della sanità della Toscana, Firenze
  2. Azienda per l'assistenza sanitaria 3 Alto Friuli-Collinare-Medio Friuli
  3. SOS Vigilanza e controllo infezioni correlate all’assistenza, Presidio ospedaliero Palagi, USL Toscana Centro, Firenze
  4. AULSS 6 Euganea Monselice, Padova
  5. USL Toscana Centro, Firenze
  6. Dipartimento di sanità pubblica, USL Toscana Centro
  7. Dipartimento di scienza della salute, Università degli Studi di Firenze
Antonino Nastasi -

Cosa si sapeva già

  • L’incidenza delle notificazioni per tubercolosi differisce fra aree, in particolare al Centro-Nord rispetto ai dati nazionali.
  • La provincia di Prato presenta tassi maggiori rispetto a quelli regionali.

Cosa si aggiunge di nuovo

  • Viene considerata l’incidenza delle notificazioni per TBC nell’area pratese nel periodo 2007-2014 in rapporto ad alcune variabili, come l’etnia di appartenenza e l’età.
  • Valutando la quantificazione del tempo mediano di latenza fra l’inizio della sintomatologia e l’inizio della terapia nei casi dell’area pratese, si evince una tempistica non accettabile sia fra gli italiani sia fra gli stranieri.

Riassunto:

OBIETTIVI: descrivere l’andamento della tubercolosi nella provincia di Prato nel periodo 2007-2014 e verificare il tempo di latenza fra inizio dei sintomi e inizio della terapia.
DISEGNO: studio osservazionale descrittivo.
SETTING E PARTECIPANTI: i casi di tubercolosi sono stati identificati per gli anni 2007-2014 attraverso l’esame dell’archivio cartaceo delle notificazioni pervenute all’Unità funzionale di igiene e sanità pubblica di Prato e dal Sistema informativo delle malattie infettive.
RISULTATI: negli anni 2007-2014 sono stati notificati nella provincia di Prato 619 casi di tubercolosi, di cui 465 (75,12%) di TBC polmonare. La media annuale varia da un massimo di 35,2 casi per 100.00 abitanti nel 2010 a un minimo di 18,5 casi per 100.000 abitanti nel 2012. L’età mediana dei pazienti stranieri è risultata significativamente inferiore a quella degli italiani (34 anni; range interquartile – IQR: 28-41 vs. 63 anni, IQR: 45-77; p<0,0001). Significativamente differente è il rapporto dei casi sopra e sotto i 64 anni fra gli italiani e gli stranieri (p<0,01); significativo anche dopo stratificazione per genere. I maschi sono stati maggiormente colpiti, in linea con il dato regionale e nazionale. Il ritardo tra la data d’inizio dei sintomi e l’inizio della terapia ha avuto una mediana di 59 giorni (IQR: 28-104). L’eccessiva lunghezza del periodo è stata riscontrata in tutte le etnie presenti, senza differenze significative, a dimostrazione dei problemi che la popolazione ha nell’esplicitare il bisogno di salute.
CONCLUSIONI: la tubercolosi è una malattia complessa sia da un punto di vista epidemiologico sia clinico. Questa complessità è maggiormente amplificata in un territorio in cui, come accade per la provincia di Prato, insistono in modo stanziale etnie diverse. Dai dati raccolti si evince che è necessario intervenire per migliorare l’accesso alle strutture sanitarie attraverso una fondamentale collaborazione fra la sanità pubblica, la medicina di base e l’assistenza integrata multidisciplinare nel territorio.

Parole chiave: epidemiologia, tubercolosi, notifiche

Abstract:

OBJECTIVES: a description of the epidemiology of tuberculosis in the province of Prato (Tuscany Region, Central Italy) during the period 2007-2014 and verify the latency time between the onset of symptoms and the start of therapy.
DESIGN: descriptive, observational study.
SETTING AND PARTICIPANTS: tuberculosis cases were identified for the period 2007-2014 through an analysis of the notification files available at the Hygiene and Public Health Service of the Local Health Unit of Prato and through the Information System on Infectious Diseases database.
RESULTS: in the years 2007-2014, 619 cases of tuberculosis were reported in the province of Prato, of which 465 (75.12%) were cases of pulmonary TB. The annual rate ranges from 35.2 cases per 100.00 inhabitants in 2010 to 18.5 cases per 100.000 inhabitants in 2012. The median age of foreign-born patients was significantly lower than the one of Italian-born subjects (34 years; interquartile range – IQR: 28-41 vs. 63 years; IQR: 45-77; p<0.0001). The rate of cases in patients above 64 years and below 64 years was significantly different between Italian and foreign subjects (p<0.01); this dissimilarity remained significant even after stratification by gender. Males were the most affected, in line with regional and national data. The average delay between the date of onset of symptoms and the initiation of therapy was 59 days (IQR: 28-104).
CONCLUSIONS: tuberculosis is a complex disease both from an epidemiological and a clinical point of view. This complexity is more relevant in areas where different ethnic groups live together. The data presented in this paper show the necessity of an intervention to improve access to healthcare facilities through a deep collaboration among who works in public health, in general medicine, and in the multidisciplinary integrated care of the considered area.

Keywords: epidemiology, tuberculosis, notifications


  • Se sei abbonato scarica il PDF nella colonna in alto a destra
  • Se non sei abbonato ti invitiamo ad abbonarti online cliccando qui
  • Se vuoi acquistare solo questo articolo scrivi a: abbonamenti@inferenze.it (20 euro)

Inserisci il tuo commento

L'indirizzo mail è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
Refresh Type the characters you see in this picture. Type the characters you see in the picture; if you can't read them, submit the form and a new image will be generated. Not case sensitive.  Switch to audio verification.